Accordo Coripet – Anci per “Bottle to bottle”
A

Raccolta dei contenitori in pet

I più letti

L’intesa ha la durata di 12 mesi per poi passare a regime, per i Comuni sei euro in più per tonnellata a raccolta

Il dieci di maggio fra il Coripet, Consorzio di utilizzatori e produttori di bottiglie in pet, e l’Anci, l’Associazione che raccoglie quasi tutti i Comuni italiani è stato siglato un accordo importante. Soprattutto per il Coripet che per dodici mesi potrà accedere autonomamente alla raccolta differenziata ed al riciclo e gestione del contenitori per liquidi alimentari. Cioè latte, succhi di frutta aranciate e spemute di pomodoro.
Tanto per meglio inquadrare l’iniziativa va detto che per Coripet deve intendersi: il consorzio formato da cinque aziende produttrici di acque minerali e bevande analcoliche (Acque Minerali d’Italia, Ferrarelle, Lete, Gruppo Sanpellegrino e Drink Cup, che insieme rappresentano circa il 35% del mercato a valore delle acque minerali in Italia) e tre aziende di riciclo di Pet (Aliplast, Dentis Recycling Italy e Valplastic, circa il 75% del mercato di riferimento), lo stesso che lo scorso aprile ha ottenuto dal Ministero dell’Ambiente il via libera a operare autonomamente nella gestione del riciclo delle bottiglie in pet. Che il Consorzio è presieduto da Corrado Dentis, anche al vertice di Dentis Recigling Italy, ed Antonio Punziano del gruppo Sanpellegrino, vice presidente.
Dunque, vantaggi a parte per i Comuni, non è difficile prevedere che anche qui, oltre che a tavola, la parte del leone la faranno le lobby delle acque minerali.
L’accordo ha una durata di dodici mesi, con l’intesa fra le parti di passare poi a regime e “…le parti hanno stabilito di dare attuazione all’accordo attraverso la sottoscrizione, su tutto il territorio nazionale, di singole convenzioni locali (con gli enti di Governo del servizio rifiuti, con i Comuni o con enti da essi delegati) per la raccolta differenziata del Pet di competenza Coripet in proporzione all’immesso a consumo dei produttori consorziati. Accanto al sistema pubblico di raccolta differenziata, il Pet potrà essere intercettato e riciclato anche mediante l’installazione di eco compattatori, funzionali al bottle to bottle”.
Due le modalità previste nel documento: i Comuni e gli Enti ad essi collegati potranno acquistare e gestire autonomamente il macchinario e la raccolta del PET sino al conferimento al consorzio, oppure sarà compito di CORIPET provvedere all’intero ciclo di conduzione dell’eco compattatore, dall’acquisto sino alla sua gestione, compresa la logistica, per finire con il riciclo del Pet negli impianti di ricezione.
Per i Comuni i vantaggi dovrebbero essere: un corrispettivo economico per i maggiori oneri da raccolta differenziata più alto di 6 euro la tonnellata; corrispettivi liquidati non più a novanta ma a 30 giorni; trasparenza e semplificazioni operative.

Le ultime

Sutri, il sindaco Sgarbi tiene aperti i musei

E per domani pomeriggio convoca il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno importanti provvedimenti E’ datato lunedì...

Magnesio nuovo “termometro” per studiare temperatura e variazioni del clima: la ricerca italo-australiana su Nature

L’Università di Pisa partner dello studio sull'Antro del Corchia in Toscana pubblicato sulla rivista Nature Communications C’è un...

Covid, Bambin Gesù: ecco come viaggia il virus nell’aria con un colpo di tosse

Riprodotta in 3D la dispersione di droplet e aerosol in un pronto soccorso. Calcolati gli effetti dei sistemi di aerazione. Lo studio...

Marco Mari è il nuovo presidente di Green Building Council Italia

Il Consiglio di Indirizzo di GBC Italia, composto dai neoeletti 24 membri, ha proclamato il 23 ottobre, con voto unanime, Marco Mari nuovo Presidente...

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando spettacolo e attirando l'attenzione dei...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.