Unione africana, oggi il 57esimo anniversario: “Italia in prima linea contro la desertificazione”
U

I più letti

Digitalizzazione e sostenibilità: quali vantaggi per l’ambiente dalle nuove tecnologie

La tecnologia si rivela sempre di più un'alleata importante per semplificare e rendere più efficienti le...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo...

Roma – «Il primo incontro istituzionale che volli al Ministero, appena insediato, fu con Ibrahim Thiaw, il segretario esecutivo dell’Onu per la lotta alla desertificazione. Non è stato un caso: l’Italia è in prima linea per sostenere le battaglie ambientali dell’Africa e oggi, che ricorre il 57mo anniversario della creazione dell’Unione Africana, mi piace sottolinearlo”: così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.
«Abbiamo sottoscritto numerosi accordi di partenariato con i Paesi dell’area più fragile, dal punto di vista ambientale, i Paesi della fascia del Sahel, e abbiamo confermato il nostro impegno per la creazione del Green Wall, la grande muraglia verde, uno straordinario strumento per combattere la desertificazione attraverso alberature che si estenderanno per circa 8000 chilometri di lunghezza e quindici di larghezza. Stiamo lavorando per creare le migliori condizioni possibili per rendere quella zona indipendente dal punto di vista energetico e per l’approvvigionamento delle fonti idriche. È una battaglia fondamentale per la loro stessa sussistenza e nella quale ci poniamo al loro fianco. Anche per questo ho fortemente voluto, con la Farnesina, che nel 2021 accanto alla Pre-cop e alla Youth for climate, l’evento giovani legato alla Cop, l’Italia ospitasse anche l’organizzazione di un evento specifico sull’Africa, che faremo a Roma. Siamo convinti che per vincere la grande sfida contro i cambiamenti climatici occorra lavorare tutti insieme. Il Paese Italia c’è».

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.