Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

I più letti

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere...

Open Fiber e lo spopolamento dei borghi: “Annullare il digital divide”

La banda larga potrebbe contribuire a fermare la fuga dai piccoli comuni italiani L’Italia: la minuscola striscia di terra, adagiata...

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione del 2 giugno. Con nuovi percorsi di visita, prenotazioni solo online e – dal 5 giugno – un calendario di proposte all’aperto per stare insieme anche rispettando le distanze. Tra le novità più attese la mostra “Handimals”: il 19 giugno arrivano a Trento gli animali iper-realistici dipinti da Guido Daniele

“Di nuovo con voi. In sicurezza, con entusiasmo”. È questo il motto scelto dal MUSE – Museo delle Scienze di Trento per affrontare il post lockdown. Dopo oltre due mesi di vita alternativa sul web – con oltre 100 nuovi video, 100.000 visualizzazioni, 5.000 reazioni ai post e più di 15.000 ascolti, il 2 giugno il Museo delle Scienze riaprirà le sue porte con nuove modalità di accesso e un calendario di proposte, sia indoor che all’aria aperta. Insieme ai sei piani del MUSE, che saranno visitabili previa prenotazione online, torneranno accessibili anche il polo “Scienze e Humanitas” di Palazzo delle Albere, il grande giardino, fulcro del programma estivo di “Summertime”, e tutte le sedi territoriali: le due delle Viote del Monte Bondone – Giardino Botanico Alpino e Terrazza delle Stelle, il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro e il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo. Una ripartenza, attenta a garantire tutte le misure di sicurezza necessarie e utili, che vuole essere anche una riapertura verso un nuovo dialogo con il pubblico, un segno di ripresa culturale, di socialità ritrovata e di inattese riscoperte, componenti fondamentali del benessere delle persone. Al centro di questa nuova fase, gli spazi verdi attorno al MUSE: l’ampio giardino, gli orti e le terrazze, in costante dialogo con le sezioni “montane” del Bondone, diventeranno “spazio esperienziale” outdoor dove ogni giorno, dal 5 giugno, prenderanno vita attività e giochi per piccoli gruppi, osservazioni astronomiche, passeggiate in mezzo alla natura, performance artistiche, proiezioni cinematografiche e laboratori all’insegna della sostenibilità e della biodiversità urbana.

Giardino Botanico Alpino del Museo delle Scienze di Trento

Sul fronte mostre, a partire dal 2 giugno, saranno visitabili “A collection for beyond the plastic”, con i giganteschi arazzi in plastica riciclata allestiti a Palazzo delle Albere, e al MUSE l’installazione multimediale “Nautilus”, che il 5 giugno ospiterà un dj set di denuncia all’inquinamento da plastica nei mari, e la mostra “Cosmo Cartoons. L’esplorazione dell’Universo tra scienza e cultura pop”. Al Giardino Botanico Alpino aprirà l’esposizione fotografica “Milimani. Biodiversità in quota tra il Tropico del Cancro e del Capricorno” dedicata agli ambienti intertropicali d’alta montagna. Tra le novità in arrivo anche la mostra “Handimals”, che dal 19 giugno esporrà a Trento gigantografie e quadri dei famosi animali dipinti sulle mani dall’artista e body painter Guido Daniele. Di pari passo continuerà la “second life” del MUSE, con nuovi progetti digitali, podcast radiofonici e iniziative di esplorazione “a distanza”. “In queste ore – spiega Michele Lanzinger, direttore del Muse -stiamo ultimando i controlli per essere pronti a dare il benvenuto ai nostri visitatori che dopo il periodo di chiusura totale potranno di nuovo entrare negli spazi espositivi del MUSE e delle nostre sedi territoriali. La condivisione della stessa data di apertura con tutti i musei della Provincia Autonoma di Trento sottolinea questa idea e invito a tutti i nostri cittadini di “riappropriarsi” dei loro musei. Il 2 giugno, Festa della repubblica, attribuisce ulteriore significato alla scelta di questa data. Siamo pronti a ri-accogliere tutte le persone che vorranno visitarci per interesse, curiosità e diletto. Nelle attività che offriamo all’aperto, nelle gallerie dei nostri musei, e anche online nuove e diversificate, si parlerà anche dell’emergenza Covid e di una ripartenza virtuosa, attenta agli obiettivi dello Sviluppo sostenibile, proprio per ricomprendere un approccio strategicamente orientato verso un futuro desiderabile, la qualità delle relazioni sociali e la qualità delle prospettive ambientali”. Il MUSE sarà aperto dal martedì alla domenica, con orario 10-18. Lunedì chiuso. Stessi orari e giornate di visita per Palazzo delle Albere. Nel giardino del MUSE, a partire dal 5 giugno, attività dal martedì alla domenica, dalle 15.30 alle 19.30; il giovedì invece ci sarà tempo fino alle 23 per osservare il cielo. Il Giardino Botanico Alpino, alle Viote del Monte Bondone, sarà aperto nei mesi di giugno e settembre con orario 9-17, luglio e agosto 9-18, sette giorni su sette. La Terrazza delle Stelle, sempre alle Viote, aprirà il venerdì con osservazioni serali della volta celeste e tante altre attività arricchiranno i fine settimana. Il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro sarà aperto dal mercoledì alla domenica, con orario 9-17; quello Geologico di Predazzo, dal martedì alla domenica, con orario 10-12.30 e 16 -19.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Morìa di pesci nel Tevere tra Castel Sant’Angelo e Ponte Milvio, chiesto l’intervento per salute pubblica

L'Oipa ha chiesto l'immediato intervento dela istituzioni per accertare le cause e mettere in sicurezza acque e sponde Strage di pesci a Roma. Centinaia di...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.