Incendi boschivi, chiusa la campagna estiva ‘20: richieste in aumento
I

I più letti

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato...

Cannabidiolo sostanza stupefacente? Le imprese della canapa impugnano il decreto

“Il Decreto del Ministro della Salute del 1 ottobre 2020, che ha stabilito che le “composizioni per somministrazione...

Sono state 981 le richieste di concorso aereo trasmesse al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione civile nel corso della campagna estiva anti-incendio boschivo 2020, iniziata il 15 giugno scorso e conclusa oggi, 30 settembre. Sono circa 750 in più rispetto all’estate 2018, stagione che aveva fatto registrare il numero più basso di richieste degli ultimi dieci anni e circa 180 in più rispetto al 2019. Nel corso delle operazioni di supporto aereo alle squadre e ai velivoli antincendio regionali, la flotta aerea dello Stato ha effettuato 5.057 ore di volo e 23.659 lanci con oltre 132 milioni di litri di estinguente.

I dati di dettaglio della Campagna estiva appena conclusa, riferiti alle singole Regioni, mostrano che il maggior numero di richieste di concorso aereo è arrivato da Sicilia e Calabria, che insieme rappresentano circa il 50% del totale nazionale rispettivamente con 271 e 202 richieste. Per la stagione estiva 2020, la flotta nazionale nel suo massimo impiego è stata composta da 31 aeromobili – di cui 24 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (15 Canadair, 4 elicotteri Erickson S64F e 5 elicotteri AB-412), 5 elicotteri delle Forze Armate (3 elicotteri AB-412 dell’Esercito Italiano, un elicottero HH-139 dell’Aeronautica Militare e un elicottero AB-212 della Marina Militare) e 2 dell’Arma dei Carabinieri (2 elicotteri NH-500).

“Quest’anno – ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli – la stagione estiva è stata sensibilmente più impegnativa ma, come sempre, l’azione sinergica di tutte le risorse, sia regionali sia nazionali, che nelle attività AIB operano nell’ambito del Servizio Nazionale della Protezione Civile, è stata fondamentale per fronteggiare al meglio gli incendi boschivi. Purtroppo questa Campagna è stata tragicamente segnata dalla scomparsa di due giovanissimi volontari, Alessandro Diana e Ciro Campagna, deceduti a pochi giorni di distanza, in diversi incidenti durante le attività di spegnimento degli incendi. Ancora una volta, con immutato dolore, colgo l’occasione per esprimere vicinanza alle loro famiglie e viva gratitudine per la generosità e l’abnegazione che hanno contraddistinto la loro attività di volontari. Il loro sacrificio rappresenta un esempio per tutti noi”.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.