Il PD : “Triplicate l’Imu sui negozi sfitti…”
I

I più letti

Cannabidiolo sostanza stupefacente? Le imprese della canapa impugnano il decreto

“Il Decreto del Ministro della Salute del 1 ottobre 2020, che ha stabilito che le “composizioni per somministrazione...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Il DdL del Gruppo dem autorizza i sindaci alla stangata: ”…aumentare l’imposta sino a tre volte”. Per Confedilizia “batosta senza precedenti sui proprietari di locali commerciali sfitti”

Roma, 13 Ott. ’20 – “Misure per la rigenerazione urbana…su aree e complessi edilizi caratterizzati da uno stato di degrado urbanistico, edilizio e socio economico” è il titolo del disegno di legge che si sta discutendo in Senato dalla scorsa settimana. A firma del gruppo del PD e presentato dal senatore Andrea Ferrazi fin dal marzo 2019, concernente l’obiettivo di contrastare il degrado in special modo dei centri storici. Che già da prima del Coronavirus pativano, fra l’altro, la sofferenza economica e l’onta della chiusura dei negozi; con le loro vetrine ammiccanti a luci splendenti, sintomi di vitalità.
L’assurdità e la gravità di questa iniziativa si può leggere all’articolo 11 della proposta dove, dopo il titolo “Misure di tutela dei nostri ineguagliabili beni culturali, al comma 6 c’è scritto: “…I Comuni, con deliberazione del Consiglio Comunale, censiscono e mappano annualmente gli immobili commerciali ed artigianali nei centri urbani e storici, inutilizzati da più di dodici mesi e, rivelando il danno di immagine per la comunità dovuto al degrado urbano causato da tale inutilizzo, possono modificare in aumento l’aliquota base, definita ai sensi del comma 6,sino a tre volte. Tale aumento è sospeso a fronte di un riutilizzo, anche temporaneo, dell’immobile e cessa a fronte della definizione di un contratto di locazione o di utilizzo a titolo gratuito della durata di almeno tre anni…”
“ Il disegno di legge è di iniziativa del gruppo del Pd al Senato ma probabilmente non tutti i firmatari hanno colto il significato di ogni disposizione contenuta nel testo ed è il caso che ci vadano a riguardarla” osserva Giorgio Spaziani Testa, Presidente di Confedilizia, che aggiunge: “In Parlamento c’è chi pensa che la strada per contrastare la crisi dei locali commerciali – che esisteva da ben prima del virus e che dopo la pandemia è diventata ancora più devastante – sia quella di triplicare l’Imu ai proprietari degli immobili, “colpevoli” di non trovare inquilini disponibili ad utilizzare i locali oppure di essere incappati in esercenti che hanno smesso di pagare il canone per difficoltà della loro attività e ancora non liberano i locali. È davvero disarmante, non si sa più commentare. Anzi, stavolta forse commentare non è necessario…”.
Già perché a ben vedere nella disposizione è già compreso un suggerimento per aggirare il problema, almeno per tre anni. All’italiana: sarebbe sufficiente trovare un inquilino compiacente ed affittare a titolo gratuito per un triennio. Tutto in nero naturalmente, vetrine ammiccanti e luci splendenti.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.