Pesticidi nelle acque, i Medici per l’Ambiente chiedono i dati il prima possibile
P

I più letti

La moda mette gli animali in prima pagina: dedicate a loro 7 copertine di Vogue

A un anno di distanza dal numero record del gennaio 2020 (realizzato senza scattare fotografie di moda, allo scopo...

Approvata la legge sull’agricoltura biologica in Senato: “Un passo verso l’agroecologia”

Legambiente: “Finalmente un passo determinante verso l’agroecologia in vista dell’approvazione definitiva. Si tratta di un importante traguardo raggiunto per...

Decreti Sementi-OGM, “sventato tentativo di aprire agli OGM”

Comunicato congiunto di Slow Food e di altre 25 associazioni “Esprimendo la nostra preoccupazione per una situazione governativa così difficile...

L’Associazione Medici per l’Ambiente-ISDE Italia ha ufficialmente, e da diverso tempo, chiesto all’ Ispra- Istituto superiore per la prevenzione e la ricerca ambientale– la pubblicazione del Rapporto nazionale pesticidi nelle acque aggiornato al 2020.

IL RAPPORTO NAZIONALE ISPRA – L’ISPRA realizza infatti, ogni due anni, il rapporto nazionale relativo alla presenza di pesticidi nelle acque, al fine di fornire regolarmente e in tempi utili le informazioni sulla qualità della risorsa idrica in relazione ai rischi determinati dalla presenza di queste sostanze.

IL RAPPORTO È IL RISULTATO DI UNA COMPLESSA ATTIVITÀ CHE COINVOLGE LE REGIONI – e le Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente, che effettuano le indagini sul territorio e trasmettono i dati all’ISPRA, che a sua volta svolge un compito di indirizzo tecnico-scientifico e valutazione delle informazioni.

L’ULTIMO RAPPORTO PUBBLICATO RISALE AL 2018 – L’Associazione Medici per l’Ambiente-ISDE Italia è da molto tempo in attesa della pubblicazione del Rapporto aggiornato. Il rapporto, infatti, è una fonte preziosa di informazioni e di dati, vista l’attinenza con tutte le tematiche che da tempo sono oggetto prioritario delle attività di una Associazione come ISDE che si occupa di Salute e Ambiente.

È FONDAMENTALE – monitorare lo stato di inquinamento delle nostre acque, le pratiche agricole, la salubrità della risorsa acqua e degli alimenti perché tutto ciò è strettamente   connesso alla salute umana. Per queste ragioni, ISDE Italia chiede che il rapporto aggiornato sia reso pubblico quanto prima.

Le ultime

La moda mette gli animali in prima pagina: dedicate a loro 7 copertine di Vogue

A un anno di distanza dal numero record del gennaio 2020 (realizzato senza scattare fotografie di moda, allo scopo...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.