Recovery Plan, Sartori: “Nel mondo del vino, opportunità unica per un’agricoltura sostenibile”
R

I più letti

Giornata della Fauna Selvatica: specie per specie, il report italiano di Legambiente

Grifone, lontra, tritone, trota mediterranea, orso bruno marsicano, ma anche delfino comune e tartaruga Caretta Caretta tra le specie...

“Italia promontorio d’Europa nel Mediterrano” ma il mare è il grande assente dal Recovery Plan: l’intervista a Rosalba Giugni

E’ di oggi la notizia dell’istituzione di un Comitato Interministeriale per la transizione ecologica (CITE) alla presidenza del Consiglio...

Aree protette dimenticate dal Recovery Plan, Sammuri in Senato: “Si sblocchino almeno i fondi già esistenti, ecco nove proposte”

Federparchi ha illustrato anche al Senato le proposte di modifica al Piano Nazionale per la Resilienza e la Ripresa  (Recovery...

“Il Recovery Plan, con investimenti previsti nel settore agricolo per 2,5 miliardi di euro, può essere un’occasione unica e irripetibile per trasformare la filiera agroalimentare italiana in un’Agricoltura 4.0”. Lo ha dichiarato in una nota Andrea Sartori, Presidente del Consorzio Italia del Vino e di Casa Vinicola Sartori.

“L’obiettivo è quello di coniugare una filiera agroalimentare sostenibile con una economia circolare virtuosa. I due assi di sviluppo – prosegue Sartori – sono imprescindibili se si vuole arrivare a quella crescita dinamica e propulsiva che aumenti l’appeal e l’eccellenza dell’agroalimentare ‘made in Italy’. La valorizzazione di questi due asset, con una rivoluzione verde virtuosa agganciata alla transizione ecologica e al digitale, porterebbe al tessuto imprenditoriale italiano un’impennata in termini economici e occupazionali”.

“Secondo le stime preliminari sull’agricoltura presentate in un rapporto Istat 2020 – aggiunge Sartori – nonostante la pandemia l’Italia si è confermata leader in Europa in termini di valore aggiunto nella produzione con 31,3 miliardi di euro, davanti a Francia e Spagna. Un dato che, a fronte del calo del 3,3% del volume produttivo, conferma quanto la filiera agroalimentare italiana sia un asset strategico sul quale investire in maniera massiccia. Assume rilievo, in questa direzione, la richiesta di proroga al 2021 delle misure di mercato eccezionali del 2020 per il settore vitivinicolo che l’Europarlamento sarà presto chiamato ad approvare. Il comparto agroalimentare – conclude – ha senza dubbio le potenzialità per crescere molto e innovarsi nei prossimi anni, generando nuovi posti di lavoro”.

Le ultime

Mascherine gratis sugli autobus per gli studenti, il caso di Verona: un’azienda ne regala 10mila

A partire da questi giorni, su tutti gli autobus della città e della provincia di Verona saranno disponibili...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.