Risultato storico, desecretato il documento “4 colonne” sui negoziati della Politica Agricola Comune
R

La striscia disallineata

Benessere degli animali. Questa “certificazione volontaria”inganna il consumatore e danneggia l’allevatore onesto

Due Ministri, Speranza e Patuanelli: una promessa tradita. Il Coordinamento unitario delle Associazioni animaliste, compresa Legambiente, Confconsumatori e Ciwf...

Pubble, al via la nuova video-rubrica: “Il volto del mondo è il risultato dei complotti della storia”

Pubble l'imbannabile, seguitissima vignettista di satira che si occupa di politica e società utilizzando i social network per comunicare...

Non posso che salutare questo giorno come una data storica per la trasparenza in Europa.

È stato, infatti, pubblicato il documento segreto cosiddetto 4 colonne sui negoziati della PAC (politica agricola comune).

Mi batto da tempo contro la mancanza di trasparenza e tutte le forme di opacità che contraddistinguono i negoziati europei.

I lavori del Consiglio UE e i cosiddetti “Triloghi” vedono seduti al tavolo delle trattative i tre principali attori europei (Commissione europea, Parlamento europeo e Consiglio UE) per trovare l’accordo finale su una Direttiva o un Regolamento, ma avvengono sistematicamente a porte chiuse, violando, di fatto, i diritti democratici dei cittadini alla trasparenza e all’accesso libero ai documenti, sanciti dalla sentenza De Capitani secondo la quale “in un sistema fondato sul principio di legittimità democratica, i colegislatori devono rispondere dei loro atti nei confronti del pubblico. L’esercizio da parte dei cittadini dei loro diritti democratici presuppone la possibilità di seguire in dettaglio il processo decisionale all’interno delle istituzioni”.

Il documento 4 colonne è così chiamato perché riporta, nelle rispettive colonne, le posizioni di Commissione, le modifiche apportate dal Parlamento e dal Consiglio ed infine il compromesso concordato. È facile capire, quindi, perché questo documento sia sempre stato secretato.

Oggi, invece, la presidenza portoghese ha deciso di rendere pubblico il documento 4 colonne relativo ai negoziati sulla PAC, la politica agricola comune di cui mi sono occupata ininterrottamente nei mesi scorsi, unendomi alle denunce della società civile e delle associazioni, alle quali ho dato tutto il mio sostegno. (Qui trovate la relazione a mia firma approvata in Plenaria nel Dicembre 2018 che ne fa esplicita menzione al considerando O ed al par. 12).

Proprio la scorsa settimana sono intervenuta in aula per chiedere alla Ministra portoghese trasparenza durante i negoziati finali dei Triloghi e accesso ai documenti dibattuti. I cittadini europei hanno diritto di sapere come verranno spesi i quasi 400 miliardi di euro di sussidi agricoli della PAC e se tra le attività che andranno a sostenere sono previste anche l’agricoltura industriale e l’allevamento intensivo.

Si tratta di un risultato storico che è frutto della grande mobilitazione e della pressione politica esercitata da migliaia di cittadini che, con la campagna #withdrawthecap (ritirate la PAC),  da me fortemente sostenuta, hanno chiesto trasparenza alle istituzioni europee.

Mi auguro che quanto avvenuto oggi diventi la norma nel processo decisionale europeo. Non bisogna mai dare per definitivamente acquisiti i diritti, ecco perché continuerò il mio lavoro in questa direzione, vigilando affinché questo accada.

FLASH

Le ultime

La conservazione della natura è donna: eletta la nuova presidentessa IUCN

I  componenti dell'Assemblea dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN),  hanno eletto Razan Khalifa Al Mubarak nuova presidentessa...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.