Arrivano i biodistretti, un nuovo strumento per lo sviluppo rurale e ambientale
A

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

Cresce sempre più il numero di distretti biologici nel nostro Paese: una vera e propria forma di aggregazione fatta di agricoltori, cittadini, associazioni, pubbliche amministrazioni che promuovono e vivono il territorio rurale in ottica sostenibile. Una concreta possibilità per valorizzare il territorio, favorire l’economia locale e raggiungere gli obiettivi climatici e ambientali.

In Italia, oggi, se ne contano 40. Un numero in costante aumento grazie alle possibilità offerte dagli interventi legislativi già presenti e attesi. Tra questi, l’inserimento di un articolo dedicato allo sviluppo dei biodistretti nel disegno di legge sull’agricoltura biologica, approvato in Senato che dà un riconoscimento formale agli attori coinvolti nei distretti biologici italiani. Una presa di coscienza, da parte del mondo politico, riguardo la necessità di considerare, nelle proprie scelte future, questo nuovo modo di concepire lo sviluppo rurale.

Se ne parlerà giovedì 11 febbraio alle ore 18:00 – in diretta streaming sulla pagina ufficiale di FederBio – nel webinar “Il ruolo del biologico nella futura politica agricola europea, le opportunità dei biodistretti”, finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020.


Ospiti dell’incontro, introdotto dal presidente di A.Ve.Pro.BiEnrico Maria Casarotto, sono Eleonora Evi, membro della commissione Ambiente del Parlamento Europeo, e Susanna Cenni, vicepresidente commissione Agricoltura della Camera, che porranno l’accento sulle opportunità offerte dal Green Deal in Europa e su cosa attualmente si sta discutendo in Parlamento. A dare un quadro chiaro sulle nuove normative in materia di agricoltura biologica sarà Maria Grazia Mammuccini, presidente nazionale FederBio. Un focus sui programmi regionali del Veneto in materia agricola verrà fatto da Franco Contarin, direttore della Autorità di Gestione del Programma di Sviluppo Rurale Regione Veneto.

Scarica il programma del talk

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.