Qual è la merendina migliore?Arriva il comparatore di Altroconsumo
Q

I più letti

La parità di genere nelle comunità forestali riguarda tutti noi: una guida per tutti i paesi del Mondo

Il documento pubblicato da CIFOR Forest tenure pathways to gender equality: A practitioner’s guide riaccende una luce sulla relazione tra equità...

Emissioni gas serra, nel 2020 stimata una riduzione del 9,8% rispetto al 2019

Sulla base dei dati disponibili per il 2020, si stima una consistente riduzione delle emissioni di gas serra a...

Onu: “Sono 75 i Paesi al mondo a produrre il 30 per cento di Co2, serve un taglio del 45”

Settantacinque paesi al mondo, che producono il 30% delle emissioni globali di gas serra, hanno preso impegni per ridurle...

Le merendine confezionate sono fra gli snack più amati dai bambini, dai ragazzi e anche dagli adulti. Pur essendo una soluzione pratica e golosa, spesso contengono molti grassi e zuccheri e sono povere di vitamine, minerali e fibre: sempre meglio, quindi alternarle ad opzioni più leggere.

Altroconsumo, per aiutare i consumatori a orientarsi in questo mondo, ha realizzato un comparatore dedicato alle merendine in commercio, attribuendo un punteggio di qualità basato su ingredienti e valori nutrizionali ad ogni prodotto.  Ecco alcuni dei consigli degli esperti di Altroconsumo su come scegliere le vostre merendine.

LE MERENDINE CONFEZIONATE: FANNO DAVVERO MALE?

Sono comode e pratiche ma vengono spesso demonizzate. Sono da evitare? No, ma vanno scelte con attenzione; sono spesso ricche di grassi e di zuccheri e povere di vitamine, minerali e fibre; meglio, dunque, non esagerare e alternarle con spuntini ricchi di questi ultimi nutrienti.

MERENDINE PER BAMBINI

Le merendine sono una soluzione comoda e pratica soprattutto per bambini e ragazzi. Per loro, le linee guida nazionali sulla nutrizione dicono che lo spuntino deve rappresentare il 5-8% delle calorie totali che si assumono ogni giorno. Ma dare un’indicazione univoca sulla merendina ideale non è possibile: le esigenze caloriche variano al variare dell’età, del sesso, e dall’attività fisica (pomeriggio di sport o di compiti e TV?). In linea di massima possiamo tener presente che:

  • Merendine fino 130 kcal sono adatte ai bambini delle elementari
  • Merendine tra 130 e 180 kcal sono adatte per i ragazzi ai primi anni delle medie
  • Merendine con più di 180 kcal sono adatte per i più grandicelli

Se lo spuntino ideale per tutti non esiste, esiste, però, una buona regola: variare gli snack, adattandoli con buon senso all’età e alle esigenze del momento, scegliendo merende leggere per giornate sedentarie e spuntini più sostanziosi per quelle cariche di attività fisica. 

MERENDINE SALUTARI: È VERAMENTE COSÌ?

Ci sono prodotti che dichiarano in etichetta una caratteristica particolare e, confezionati spesso con un packaging differente, possono essere considerati più salutari. Si tratta di merendine “senza lattosio”, “senza glutine”, “senza zuccheri aggiunti”…. Sono migliori di altre? Non necessariamente. Si tratta di prodotti utili a chi ha particolari esigenze nutrizionali; le merendine senza lattosio, per esempio, possono essere consumate tranquillamente da chi è intollerante a questo zucchero, quelle senza glutine da chi soffre di celiachia o più in generale da chi è intollerante al glutine. 

Quanto alle merendine senza zuccheri aggiunti, è bene controllare la lista degli ingredienti perché spesso, per garantire il gusto dolce e la consistenza del prodotto, vengono aggiunti edulcoranti. Questi additivi non sono il male assoluto, ma vanno assunti con cautela. Secondo le linee guida nutrizionali nazionali, inoltre, nei bambini vanno fortemente limitati e nei più piccoli (fino ai tre anni di età) sono sconsigliati. 

COME SCEGLIERE LA MERENDINA GIUSTA?

Con uno sguardo alla lista degli ingredienti e uno alla tabella nutrizionale, dove troviamo i valori di calorie, zuccheri grassi e degli altri nutrienti che il prodotto fornisce. Troviamo questi valori indicati per 100 g di prodotto e, spesso, anche per porzione, ossia per la singola unità di consumo. Nel caso delle merendine, i valori nutrizionali per porzione sono molti utili per capire l’apporto nutrizionale del singolo snack. 

CALORIE –  Le calorie ci dicono la quantità di energia che una merendina fornisce. Ci sono merendine da 100 kcal e altre che superano le 250 kcal. Come abbiamo visto sono da scegliere in funzione dell’età del bambino, dell’attività fisica giornaliera e con un po’ di buon senso per non esagerare.

ZUCCHERI – Con gli zuccheri è bene non esagerare. Meglio orientarsi, quindi, verso merendine il cui apporto di zuccheri per porzione è limitato. Come per le calorie, anche per gli zuccheri ci sono molte differenze tra i prodotti in commercio, con merendine che forniscono 5 g di zuccheri a porzione e merendine che ne forniscono 15, ossia il triplo!

GRASSI –  Anche i grassi non sono da trascurare, in particolare i grassi saturi, quelli più nocivi per la nostra salute. Meno ce ne è e meglio è. Il contenuto in grassi saturi dipende dal tipo di olio o grasso usato nella formulazione del prodotto. Per questo è bene dare uno sguardo anche alla lista degli ingredienti. A far aumentare il tenore di grassi saturi sono principalmente il burro, l’olio di cocco e l’olio di palma. Quest’ultimo, per varie vicissitudini legate inizialmente ad una problematica di impatto ambientale e successivamente di sicurezza alimentare, è sempre meno usato.

ALTRI INGREDIENTI –  Per la scelta delle merendine, un’ultima attenzione va alla lista degli ingredienti: farina, zucchero, uova…e additivi, a volte presenti, a volte utili come nel caso degli agenti lievitanti che servono a dare sofficità all’impasto. Gli additivi non sono tutti uguali. Per saperne di più, si può consultare la banca dati messa a disposizione da Altroconsumo.

QUALI MARCHE DI MERENDINE SCEGLIERE?

Al momento della scelta diciamo sempre: è importante guardare la lista degli ingredienti e valori nutrizionali. Ma non è sempre facile. Confrontando, per esempio, i valori nutrizionali per porzione, possiamo notare una merendina con un po’ più grassi e un po’ meno zuccheri, mentre l’altra, al contrario, avrà più zuccheri ma meno grassi; qualcuna è più golosa e ha una quantità di acidi grassi saturi maggiore delle altre; altre merendine sono integrali e hanno quindi una quantità di fibra leggermente maggiore.

Mettere insieme tutte queste considerazioni per fare la scelta finale non è semplice. Per questo c’è il nostro comparatore di merendine che, tenendo conto degli ingredienti, dei valori nutrizionali per 100 g e di quelli per porzione attribuisce ai prodotti un punteggio di qualità. 

Il comparatore è disponibile cliccando a questo link: https://www.altroconsumo.it/alimentazione/fare-la-spesa/test/merendine

Le ultime

“Italia promontorio d’Europa nel Mediterrano” ma il mare è il grande assente dal Recovery Plan: l’intervista a Rosalba Giugni

E’ di oggi la notizia dell’istituzione di un Comitato Interministeriale per la transizione ecologica (CITE) alla presidenza del Consiglio...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.