La lettera di Federparchi al Ministro Cingolani: “Biodiversità centrale per il Green New Deal”
L

I più letti

Il vino, il made in Italy e la nuova agricoltura: intervista al Sottosegretario Gianmarco Centinaio

Il registro nazionale dei paesaggi rurali storici conta attualmente 25 tra i più significativi luoghi d’Italia dove nei secoli...

Lettera del presidente Giampiero Sammuri a Roberto Cingolani, ministro dell’Ambiente e della Transizione Ecologica

Egr. ministro Cingolani, 

la Federparchi Le augura buon lavoro per la sua nomina al neo Ministero dell’ambiente e della transizione ecologica che, con le nuove competenze,  segna l’avvio di una nuova fase nell’approccio alle tematiche ambientali. Auspichiamo che i temi della conservazione naturalistica e della tutela della biodiversità, nonché il ruolo delle aree protette come modelli di sviluppo sostenibile, possano essere parte essenziale dell’azione di governo; così come delineato nella Strategia Europea per la Biodiversità per il 2030 che considera tali settori come  cardini fondamentali del Green New Deal e, quindi, del Next Generation Europa. Abbiamo di recente presentato delle proposte concrete al Parlamento e avremmo piacere  di incontrarLa quanto prima allo scopo di illustrare le nostre idee e proseguire la collaborazione che, ormai da trenta anni, la Federparchi porta avanti con impegno con il Ministero dell’Ambiente, nell’interesse di quei preziosi scrigni di bellezza, natura e sostenibilità che sono il sistema italiano dei parchi.

Il presidente di Federparchi Europarc Italia – Giampiero Sammuri

Le ultime

Il vino, il made in Italy e la nuova agricoltura: intervista al Sottosegretario Gianmarco Centinaio

Il registro nazionale dei paesaggi rurali storici conta attualmente 25 tra i più significativi luoghi d’Italia dove nei secoli...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.