Governo Draghi, ASviS: “Lo sviluppo sostenibile in Costituzione è una svolta storica”
G

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Esprimiamo la nostra piena soddisfazione per l’impegno, ribadito dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, a inserire lo sviluppo sostenibile in Costituzione, come proposto dall’ASviS. Il suo discorso programmatico va nella direzione di una svolta storica per il futuro del nostro Paese e delle nuove generazioni”, dichiara il Presidente dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) Pierluigi Stefanini. “Per questo l’ASviS ha proposto fin dalla sua nascita di garantire dignità costituzionale al principio di giustizia intergenerazionale.  Oggi celebriamo nel modo migliore i nostri cinque anni, constatando che le tematiche connesse allo sviluppo sostenibile sono sempre più centrali nell’agenda politica e istituzionale”. 

Nel suo discorso programmatico, il Presidente Draghi ha ripreso alcuni temi chiave dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, firmata dall’Italia nel 2015, tra cui parità di genere, giovani generazioni, scuola, crisi climatica, sfida ambientale, lotta alle disuguaglianze, attenzione ai diritti civili, e nella replica ha ribadito l’impegno alla modifica costituzionale:

Questo governo conferma l’impegno di andare nella direzione dell’inserimento in Costituzione dei concetti di ambiente e sviluppo sostenibile sui cui sta lavorando il Senato con un progetto di legge”.

L’impegno alla modifica costituzionale è una delle proposte di bandiera dell’ASviS fin dalla sua nascita cinque anni fa ed è stato ribadito in tutti i Rapporti annuali dell’Alleanza, frutto del lavoro di oltre 600 esperti delle 290 organizzazioni aderenti, che formulano proposte condivise per porre l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile.

In particolare, questa riforma, già realizzata in diversi Paesi, iscrive nella legge fondamentale dello Stato il principio della giustizia intergenerazionale, come base giuridica generale per orientare le politiche pubbliche.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.