Vannia Gava di nuovo sottosegretario all’ambiente, stavolta accanto a Cingolani: ecco le sue priorità
V

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...
Avatar
Elena Livia Pennacchioni
Vedo il mondo da 1 metro e 60, l'altezza al garrese del mio Attila. Sono l'addetta stampa della biodiversità, romana di nascita e veronese d'adozione, ma con il cuore ha in Umbria. Scrivo di animali, piante e qualche volta di come l'uomo riesce a salvarli!

Vannia Gava ricomincia da dove aveva lasciato nell’estate del 2019 e torna alla sua scrivania di Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, con due differenze: a guidarlo non c’è più Sergio Costa come nel Conte I ma Roberto Cingolani e il nome del dicastero è diventato Ministero della Transizione Ecologica. La deputata friulana è stata nominata ieri dal Presidente del Consiglio Mario Draghi insieme agli altri 38 sottosegretari del nuovo Governo e non sarà sola: dovrà condividere la vicinanza a Cingolani con la biologa Ilaria Fontana, onorevole pentastellata che ha scartato i propri colleghi grazie all’esperienza maturata nel campo delle normative ambientali ed è diventata l’altro sottosegretario. Probabilmente un’ipoteca di Beppe Grillo che, dopo aver battezzato in tempi non sospetti la riforma del ministero, non era riuscito a spuntare la nomina della sua guida.

Vannia Gava, friulana ed ex-Sindaco di Sacile, aveva già indicato i punti programmatici della Lega durante il proprio intervento alla Camera in occasione del voto di fiducia sottolineando che in materia ambientale, del Governo Draghi li aveva convinti “in particolare la declinazione non catastrofista delle tematiche ambientali e l’approccio pragmatico alla sfida globale per il futuro del Pianeta”. Una presa di posizione lontana dall’ambientalismo in senso classico, che infatti ribadisce: “Le nostre idee sono al servizio dell’obiettivo unitario, idee concrete anche su politiche di prossimità territoriale: meno vincoli e più opportunità, più decentramento e meno burocrazia. Crediamo nella necessità di rafforzare le politiche energetiche basate sulle fonti rinnovabili e nello sviluppo delle nuove frontiere della scienza come la ricerca applicata sul tema dell’idrogeno. Crediamo nella necessità di coniugare sviluppo urbano e mobilità sostenibile, infrastrutture e logistica puntando sulle innovazioni e sulla digitalizzazione. Dobbiamo intervenire finalmente nelle tante e ancora troppe “terre dei fuochi” del nostro Paese, impegnandoci non solo a reprimere con la giusta e doverosa severità, ma anche a dare ai figli di quei territori, il futuro e il diritto al futuro soprattutto. Un futuro fatto di aria pulita e di acque pulite perché basato sulla crescita di un’economia non più sommersa e non più truffaldina ma legale e innovativa. E quindi non solo investimenti per la bonifica, la reindustrializzazione sostenibile e il contenimento del consumo di suolo, ma rapida attuazione dei progetti in sinergia con il mondo dell’impresa. Con unità d’intenti siamo inoltre chiamati a dare una risposta certa alla fragilità del nostro territorio”.

Insomma, un volto ambientale quello della Lega in larga parte rivolto alle misure da intraprendere nell’ambito della green economy e diversamente non poteva essere: stando ai sondaggi, si tratta ancora del primo partito italiano a trazione imprenditoriale. Staremo a vedere come procederà la convivenza con l’onorevole Fontana.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.