Momento d’oro per il biologico, al via SANA a Bologna Fiere
M

I più letti

Momento d’oro per il biologico, che anche quest’anno si conferma un settore in forte sviluppo: i consumi interni hanno fatto segnato un + 133% dal 2011 al 2021 mentre l’export del bio Made in Italy è cresciuto dell’11% nell’ultimo anno volando a +156% negli ultimi 10 anni. I dati sono quelli dell’Osservatorio SANA, che il 9 settembre inaugurerà il 33° salone internazionale del biologico e del naturale promosso da BolognaFiere. A inaugurare l’esposizione ci sarà “Rivoluzione Bio 2021”, la terza edizione degli Stati generali del biologico, un’importante occasione di confronto, approfondimento e condivisione, teso alla definizione delle iniziative più efficaci per sostenere e consolidare la crescita del biologico. Quest’anno il palinsesto si annuncia particolarmente significativo considerata  la fase decisiva per la transizione ecologica dell’agricoltura. Verranno affrontati temi strategici come la promozione del Piano di Azione nazionale per il biologico, necessario a delineare la visione strategica del settore nei prossimi 10 anni e a individuare i collegamenti con il Piano Strategico Nazionale della PAC, che dovrà indicare l’obiettivo percentuale di crescita del biologico e gli interventi concreti per raggiungerlo.

“L’Europa – scrive in una nota Federbio, la Federazione Italiana dell’Agricoltura Biologica e Biodinamica – sta puntando fortemente sul biologico con il Green Deal, le strategie di attuazione Farm to Fork e Biodiversità e il Piano d’azione che supporta con iniziative concrete gli obiettivi ambiziosi che puntano a triplicare le superfici agricole coltivate a biologico e a ridurre l’uso dei pesticidi e degli antibiotici del 50% entro il 2030. Il biologico è in grado di attirare imprenditoria giovanile, investimenti e generare nuova occupazione. La transizione ecologica del sistema agricolo e alimentare rappresenta una grande opportunità per la trasformazione dei sistemi economici, in uno scenario generale come quello attuale che impone la progressiva affermazione di un’economia sempre più circolare e sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale”.

Queste e altre tematiche saranno al centro della tavola rotonda istituzionale “Biologico tra presente e futuro: le istituzioni a confronto”, che approfondirà le azioni e le strategie più efficaci per favorire la transizione verso un’agricoltura ecologica e sostenibile. E oltre allo spazio espositivo, FederBio organizza momenti d’incontro su temi di particolare importanza per il settore. Venerdì 10 settembre, alle ore 15, il Gallery Hall ospita il workshop “Non c’è agricoltura senza suolo. E non c’è suolo fertile senza agroecologia”, uno degli appuntamenti clou de “La Compagnia del Suolo”, la nuova campagna di comunicazione di Cambia la Terra, progetto promosso da FederBio con Legambiente, Lipu, Medici per l’ambiente, Slow Food e WWF.

 “Siamo nel percorso di stesura del Piano Strategico Nazionale (PSN) della PAC che dovrà indicare gli obiettivi di crescita del biologico e gli strumenti per raggiungerli. Il PSN dovrà fare scelte rilevanti per il bio in linea con gli obiettivi ambiziosi del Green Deal e le Strategie europee supportate dal Piano d’azione. Per questo ci auguriamo un veloce approvazione definitiva della legge sul biologico. Si tratta di una norma fondamentale che consentirebbe di far approvare in tempi brevissimi il Piano d’Azione Nazionale per definire gli interventi concreti per la crescita del biologico”, ha dichiarato Maria Grazia Mammuccini, Presidente FederBio.

FLASH

Le ultime

La conservazione della natura è donna: eletta la nuova presidentessa IUCN

I  componenti dell'Assemblea dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN),  hanno eletto Razan Khalifa Al Mubarak nuova presidentessa...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.