Ucraina-Russia, a Bucha “uccisi 320 civili”
U

La striscia

(Adnkronos) – Sono “circa 320 i civili uccisi dai militari russi” durante l’occupazione della città di Bucha, in Ucraina. La denuncia arriva attraverso il sindaco Anatoly Fedoruk, intervistato dalla Bbc. Intervenendo al programma ‘Word Tonight’, il primo cittadino di Bucha ha raccontato di aver personalmente assistito all’esecuzione di diverse persone per mano delle forze russe.  

“Ho visto numerosi episodi: tre auto con a bordo civili che tentavano di lasciare la città in direzione di Kiev prese brutalmente di mira dal fuoco” dei militari, “una donna incinta il cui marito urlava di non spararle, brutalmente colpita”, ha raccontato, per poi riferire di una vera caccia all’uomo nei confronti degli esponenti politici locali. Fedoruk si è poi rivolto al ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, che ha negato le accuse di crimini di guerra mosse nei confronti dei soldati russi, e lo ha esortato “a venire nella città di Bucha”, guardare i corpi dei morti e “guardare negli occhi i loro familiari, madri, mariti, bambini diventati orfani”. 

I media ucraini hanno intanto riferito di esplosioni nell’area della città occidentale di Leopoli e in quella di Dnipro, nel sudest del paese. Il capo dell’amministrazione militare di Leopoli, il governatore Maxym Kozytskyi, ha confermato in nottata le esplosioni avvenute vicino alla città di Radekhiv, a nord-est di Leopoli, secondo quanto riporta Ukrayinska Pravda. Non sono al momento state segnalate vittime, ha aggiunto. Secondo la stessa fonte, nel distretto di Dnipropetrovsk testimoni hanno affermato di aver assistito ad esplosioni a Novomoskovsk, una città industriale situata circa 25 chilometri a nord-est del capoluogo regionale, Dnipro. 

 

FLASH

Le ultime

Siccità: 9mila ettari già in fumo, agricoltura in ginocchio

L’Italia brucia con oltre 9mila ettari andati in fumo negli ultimi sei mesi, più che raddoppiati nel 2022 rispetto...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.