Guerra Ucraina, G7 chiede sospensione Russia da Consiglio diritti umani
G

La striscia

(Adnkronos) – “Siamo convinti che ora sia il momento di sospendere l’adesione della Russia al Consiglio per i diritti umani” dell’Onu. E’ quanto si legge in una nota dei ministri degli Esteri del G7 sulla “guerra di aggressione russa contro l’Ucraina”. 

“Sottolineiamo il nostro sostegno incrollabile all’Ucraina all’interno dei suoi confini riconosciuti a livello internazionale ed esprimiamo la nostra disponibilità ad assistere ulteriormente l’Ucraina, anche con attrezzature militari e mezzi finanziari, per consentirle di difendersi dall’aggressione russa e per ricostruire il Paese”, si legge ancora. 

“Noi, i ministri degli Esteri del G7 e l’Alto rappresentante dell’Unione europea, condanniamo con la massima fermezza le atrocità commesse dalle forze armate russe a Bucha e in un altre città ucraine”, scrivono ancora nella nota. “Immagini inquietanti di civili uccisi, vittime di torture e apparenti esecuzioni, così come notizie di violenze sessuali e distruzione di infrastrutture civili, mostrano il vero volto della brutale guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina e il suo popolo”, proseguono i ministri del G7. 

“I massacri nella città di Bucha e in altre città ucraine saranno iscritti nell’elenco delle atrocità e delle gravi violazioni del diritto internazionale”, aggiungono. 

“Lavoreremo insieme per fermare qualsiasi tentativo di aggirare le sanzioni o di aiutare la Russia con altri mezzi. Stiamo compiendo ulteriori passi per accelerare i piani per ridurre la nostra dipendenza dall’energia russa e lavoreremo insieme a tal fine”, sottolineano poi. 

FLASH

Le ultime

È stato un buon campionato per il Verona?

In questo periodo dell’anno si avviano alla conclusione gli anni scolastici e i campionati di calcio, situazioni per cui...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.