Covid Cina, a Pechino test per 20 milioni di persone
C

La striscia

(Adnkronos) – E’ in corso a Pechino una campagna di test Covid di massa, che coinvolge la maggior parte della popolazione della capitale cinese in quella che per le autorità del gigante asiatico è una corsa contro il tempo per fermare la diffusione del coronavirus sulla scia dell’incubo Shanghai. Nelle scorse ore, scrive il South China Morning Post, le autorità della capitale hanno confermato che per altri dieci distretti della città sono previsti tre round di Covid test da completare entro sabato. Un annuncio arrivato dopo l’inizio dei controlli nel distretto di Chaoyang, quello di uffici e ambasciate. 

Secondo il giornale sono circa 20 milioni le persone che vivono nelle aree interessate e solo cinque distretti della periferia – per un totale di circa 2,14 milioni di persone – sono esclusi dalla campagna di test di massa. Stando alla Cnn decine di complessi residenziali in otto distretti sono già sottoposti a un rigido lockdown.  

Stamani, come ha riferito l’agenzia Xinhua, la Commissione sanitaria nazionale ha confermato un totale di 1.908 nuovi casi di trasmissione locale del coronavirus (1.661 dei quali a Shanghai e 32 a Pechino) e 15.816 contagi relativi a soggetti asintomatici (15.319 a Shanghai e uno nella capitale) accertati nella giornata di ieri in tutto il gigante asiatico. 

Ieri a Shanghai, megalopoli da 26 milioni di abitanti sottoposta a lockdown duro, sono stati confermati altri 52 decessi che – secondo i dati ufficiali diffusi oggi – portano il totale a 4.828 morti in Cina dall’inizio della pandemia.  

FLASH

Le ultime

È stato un buon campionato per il Verona?

In questo periodo dell’anno si avviano alla conclusione gli anni scolastici e i campionati di calcio, situazioni per cui...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.