Orsini contro Cacciari: “Stupidaggini su Nato e Italia”
O

La striscia

(Adnkronos) – “La teoria di Massimo Cacciari, secondo cui nessun Paese si salverebbe nel caso in cui scoppiasse la terza guerra mondiale, è una stupidaggine assoluta”. Alessandro Orsini risponde così a Massimo Cacciari che ha usato la parola “ridicolaggini” per commentare le affermazioni del professore di sociologia del terrorismo internazionale sulla posizione dell’Italia nella Nato in caso di attacco russo all’alleanza. “L’Italia dovrebbe dichiarare la propria neutralità”, ha detto Orsini a Cartabianca. “Ridicolaggini” secondo Cacciari, che in caso di attacco della Russia alla Nato delinea uno scenario da guerra mondiale. 

“Sempre secondo l’opinione del buon Cacciari, l’eventuale dichiarazione di neutralità dell’Italia non salverebbe nemmeno il nostro Paese dalla distruzione. Doppia stupidaggine assoluta. La terza guerra mondiale, ove scoppiasse (speriamo mai) non distruggerebbe tutti i Paesi. Questo al cinema, per qualche filosofo che ha dato il cervello all’ammasso”, scrive Orsini su Facebook. “Nel mondo ci sono circa 200 Stati, mica verrebbero bombardati tutti. La Russia non avrebbe nessun interesse a bombardare il territorio italiano, se il nostro Paese si dichiarasse neutrale. Se la Nato vuole spingere per la terza guerra mondiale, come sta facendo, vada in malora, con tutti i filosofi chiacchieroni che dicono ridicolaggini in televisione. Oramai il cervello è completamente puntato all’ammasso e quindi evviva i Cacciari”, aggiunge Orsini.  

Niente terza guerra mondiale per i nostri figli. 

FLASH

Le ultime

Quarta ondata di caldo, le previsioni per le prossime ore

In questa seconda parte della settimana si sta facendo strada sull’Italia una massa d’aria rovente associata, come sempre, dall’anticiclone...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.