Eurovision, Russia al ‘controfestival’: ci sarà anche Ucraina
E

La striscia

(Adnkronos) – Anche la Russia, insieme all’Ucraina, parteciperà all’Euro Christian Music Festival. Ad annunciarlo è stato il direttore artistico del Festival, il cantatore Fabrizio Venturi, il quale intervistato da una radio locale, ha dichiarato: “La guerra non l’ha voluta il popolo russo, ma Vladimir Putin. Gli artisti russi non sono assolutamente colpevoli di ciò che fa il leader sovietico e l’arte nulla ha a che fare con la guerra e la morte. Non è giusto che a pagare le scelte scellerate di un dittatore sia sempre il popolo. Non abbiamo invitato Putin e gli oligarchi, abbiamo invitato una cantante. La musica cristiana unisce, non divide.  

La manifestazione si svolgerà, in contemporanea, nella stessa città in cui si svolge l’Eurovision Song Festival 2022, nel Pala Alpitour, a fianco dello Stadio Olimpico Grande Torino. Si preannuncia, quindi, un derby canoro vero e proprio tra i due Festival.  

Rappresenterà la Russia la cantante lirica Anastasia Boldryreva, mentre la mandolinista Olena Kurkina rappresenterà l’Ucraina: “non saranno in gara per un gesto simbolico contro la guerra, che ha creato una competizione dolorosa e tragica tra le due nazioni che esse rappresentano”, spiegano gli organizzatori. 

Le due artiste, pertanto, il 13 maggio, saliranno sul palco in veste di ospiti nel Teatro Gospel House, sul quale “si esibiranno insieme per diffondere, a livello mondiale, un messaggio di speranza a favore della pace tra le loro rispettive nazioni, attanagliate da una guerra fratricida. La guerra voluta da Putin ha creato rivalità tra la Russia e l’Ucraina. La musica, soprattutto quella cristiana, si prefigge l’intento di creare armonia tra le due nazioni lanciando un messaggio di pace forte e penetrante”. 

Fra gli ospiti del festival anche Nicola Legrottaglie, ex calciatore della Juventus e della Nazionale, membro dell’associazione ‘Atleti di Cristo’, che si ispira alla religione cristiana evangelica, ideatore del progetto ‘Missione Paradiso’ e il compositore Stefano Rigamonti, vincitore dello Zecchino d’Oro. 

I Paesi in gara, che hanno confermato, alla data odierna, la loro presenza, sono l’Italia, l’Argentina, la Svizzera, l’Olanda, il Brasile, l’Inghilterra, il Sud Africa, la Repubblica di Mauritius, lo Stato di Israele e la Repubblica Democratica del Congo.  

L’Euro Christian Music Festival 2022 vedrà la partecipazione di grandi interpreti internazionali della Christian Music. La giuria sarà composta dalle case discografiche di ogni nazione, con le quali sono già stati stabiliti tutti gli accordi necessari: è questa la novità assoluta, che consentirà un’ulteriore grande apertura al mercato della Christian Music. Si darà corso a una manifestazione che nasce dall’ incontro del Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2022, ideato e diretto dal cantautore Fabrizio Venturi, e della Gospel House di Torino, il cui responsabile è l’ingegnere del suono del Festival di Sanremo degli anni ’90 Piero Maniscalchi ed il cantautore Gionathan De Stradis.  

Il successo mediatico del Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2022, che ha ottenuto il Patrocinio della S.I.A.E., del Comune di Sanremo e della Diocesi di Ventimiglia e Sanremo, ha aperto la strada, anche in Italia, al mercato della Christian Music, genere musicale che, in altre nazioni, è parametrico, da sempre, agli altri generi, mentre in Italia non ha mai avuto alcun percorso sulla strada della sua affermazione. Dopo la kermesse sanremese, in Italia sono sorte case discografiche mirate esclusivamente al Settore della musica cristiana. Radio Vaticana, radio ufficiale del Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2022, a seguito della manifestazione, ha creato una rubrica radiofonica dedicata alla Christian Music ed ospita, settimanalmente, gli artisti che erano in gara al Festival. Sono sorte, man mano, su tutto il territorio nazionale, altre iniziative analoghe e si è dato corso a piccoli Festival. 

Anche artisti noti del panorama musicale italiano hanno voluto scrivere ed interpretare canzoni della Christian Music. Fra essi vi sono Renato Zero, il cui nuovo lavoro, intitolato ‘Atto di Fede’, si compone di 19 brani inediti di musica cristiana, e Cristiano Malgioglio, il quale ha annunciato, pubblicamente, alcuni giorni fa, il suo interesse in merito. 

Fabrizio Venturi si è prefisso l’intento di far partire dall’Italia il progetto internazionale della Christian Music. “La manifestazione prende forma giorno dopo giorno e si arricchisce di nuovi ospiti e di nuovi cantanti provenienti da tutto il mondo, che chiedono di rappresentare la propria nazione. Le dirette televisive saranno gestite da una troupe, con una regia di 10 telecamere e un ponte satellitare di servizio per le televisioni europee ed internazionali. Vi saranno anche dirette radiofoniche nazionali con studio dedicato e speaker in sede”, ha concluso Venturi. 

FLASH

Le ultime

E’ l’ora dell’ecologia conservatrice

Con l'ascesa di Fratelli d'Italia, cambia anche il paradigma della politica nel governare i temi dell'ambiente. Innovazione, difesa e...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.