Primo Maggio, De Nuntiis (Confsal): “Su sicurezza necessari attenzione collettiva e correttivi”
P

La striscia

Svelati a Bolzano i riti funerari dell’Età del Bronzo

(Adnkronos) - Scoperto a Bolzano un crematorio risalente all’età del Bronzo (1150-950 ca a.C.). Lo hanno individuato gli...

Sneakers, che tesoro!

(Adnkronos) - Fa proseliti anche in Italia la passione sfrenata per un capo d'abbigliamento solo apparentemente casual: le...

Ikea Italia con AzzeroCO2 riqualifica 3.000mq del Gianicolo

(Adnkronos) - Un progetto di riqualificazione ambientale e paesaggistica di un’area del Colle del Gianicolo di Roma con...

Coripet approva bilancio 2021, turnover di 114 mln di euro

(Adnkronos) - Cresce la quota di mercato, così come i ricavi ed i contributi per i maggiori oneri...

Th Resorts, strutture certificate ed energia 100% green

(Adnkronos) - Th Resorts, marchio turistico italiano nato nel 1977, certifica la sostenibilità di tutte le strutture con...

(Adnkronos) – “Crediamo che non vi sia occasione migliore della giornata del lavoro per affrontare i temi, sempre più stringenti, della sicurezza; soprattutto in un periodo storico caratterizzato da profondi cambiamenti nel contesto delle lavorazioni e dei cicli produttivi oltre che delle dinamiche sociali”. Così Michele de Nuntiis, responsabile Sicurezza nei luoghi di lavoro di Confsal e membro della commissione consultiva permanente per la Salute e la Sicurezza sul lavoro del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, alla vigilia del Primo Maggio che vedrà la Confederazione generale sindacati autonomi lavoratori in piazza a Napoli. 

“La sicurezza degli ambienti di lavoro, costantemente richiamata in contesti giuridici e dell’informazione, se da un lato compie relativi progressi nell’ambito della prevenzione delle tradizionali malattie professionali, dall’altro vede permanere, purtroppo, condizioni di pericolo riguardo agli infortuni gravi o mortali”, osserva De Nuntiis che aggiunge: “Basti pensare ai casi, decisamente troppo frequenti, in cui si è osservato il verificarsi di infortuni mortali dovuti a precipitazione, schiacciamento, folgorazione o nell’ambito dell’utilizzo di macchinari. Circostanze queste che ci riportano indietro di decenni rispetto agli eventi di pericolo in taluni settori lavorativi, vieppiù che si realizzano in contesti di apparente modernità e ‘tutelati’ da un sistema sanzionatorio tra i più severi”.  

“Occorre implementare ogni possibile forma di attenzione alla formazione e al rispetto delle regole da parte degli attori della sicurezza – spiega – dai datori di lavoro ai medici competenti, dai rappresentanti dei lavoratori ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione, ai lavoratori stessi, agli organi di vigilanza; in un’ottica di reciproca e fattiva collaborazione e non, come spesso accade, di contrapposizione”. Pertanto, conclude De Nuntiis “il tema della sicurezza dei luoghi di lavoro risulta fin troppo attuale e pervasivo, avuto riguardo dei frequenti eventi drammatici che si verificano in ambito lavorativo, attestando un’impellente necessità di attenzione collettiva e di correttivi istituzionali e concettuali”.  

FLASH

Le ultime

Balenottere e capodogli in collisione con le navi: “Limiti di velocità per legge”

Per le balenottere e i capodogli nel Mediterraneo nord-occidentale le collisioni con le navi, note come "ship strikes", sono...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.