Torino, tensione a corteo 1 maggio
T

La striscia

(Adnkronos) – Momenti di tensione al corteo del Primo Maggio a Torino. Prima quando un gruppo di lavoratori del foodelivery al passaggio dei sindacati ha chiesto di entrare nel corteo “per portare anche la nostra voce di sfruttati”. I rider, che di sono dati appuntamento con le bici sotto la Galleria San Federico, a pochi passi da piazza San Carlo dove sono previsti i comizi conclusivi, al grido ‘dentro, dentro’, hanno tentato di entrare nel corteo accendendo anche qualche fumogeno, ma sono stati bloccati dalle forze dell’ordine. 

“Il 1 maggio per noi non è un giorno di festa ma un giorno di lotta in cui ancora una volta vogliamo ribadire che le condizioni in cui lavoriamo sono inaccettabili e che siamo stufi di morire in strada per qualche euro”, hanno sottolineato i rider scandendo slogan contro contro Cgil, Cisl e Uil.  

Ancora tensioni quando lo spezzone sociale ha cercato, utilizzando i bastoni di bandiere e striscioni, di sfondare il cordone di polizia per raggiungere il palco istituzionale dove sono in corso gli interventi delle istituzioni. Le forze dell’ordine hanno risposto con cariche di alleggerimento mentre i manifestanti, tra il lancio di qualche fumogeno hanno gridato ‘via la polizia’ e ‘vergogna’.  

 

FLASH

Le ultime

È stato un buon campionato per il Verona?

In questo periodo dell’anno si avviano alla conclusione gli anni scolastici e i campionati di calcio, situazioni per cui...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.