Napoli, 20enni uccisi ad Acerra: 17enne in carcere per omicidio
N

La striscia

Bear Friendly, nascono i prodotti amici dell’orso

(Adnkronos) - Miele, frutta, ortaggi prodotti nella Maiella presto diventeranno ambasciatori della tutela dell’orso marsicano. Al via nella...

Ucraina, grano bloccato e caro energia. Verso la crisi alimentare globale

(Adnkronos) - Con i porti bloccati e l'export dei cereali al palo (che ora non si sa nemmeno...

Giornata mondiale tartarughe, allarme Enpa: “Sono in pericolo”

(Adnkronos) - Il 23 maggio è la Giornata mondiale delle tartarughe e l'Enpa lancia l'allarme: "Sono in pericolo"....

Il Giro d’Italia della Csr a Lecco, focus sulle filiere di prossimità

(Adnkronos) - Più una filiera è corta, più la sostenibilità diventa concreta. Le piccole e medie realtà locali...

Giornata Europea dei Parchi, obiettivo 30% di territorio protetto

(Adnkronos) - Il 24 maggio si celebra la Giornata Europea dei Parchi promossa da Europarc Federation con lo...

(Adnkronos) – Un 17enne è stato sottoposto a fermo nell’ambito delle indagini sulla morte del 22enne Pasquale Di Balsamo e del 21enne Vincenzo Tortora, uccisi a colpi di arma da fuoco nella notte tra il 28 e il 29 aprile ad Acerra, in provincia di Napoli. Nella serata del 29 aprile i Carabinieri del Nucleo investigativo del gruppo Carabinieri di Castello di Cisterna hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto, emesso dal pm della Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, nei confronti del 17enne, gravemente indiziato dei reati di omicidio aggravato e porto illegale di armi.  

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, il 17enne era alla guida di uno scooter insieme a Pasquale Di Balsamo, entrambi con il volto coperto da maschere. Lo scooter avrebbe affiancato l’auto guidata da Vincenzo Tortora e a quel punto sarebbe scattato un conflitto a fuoco, con Di Balsamo e Tortora che si sarebbero colpiti l’un l’altro con armi da sparo illegalmente detenute, ferendosi reciprocamente. Entrambi sono morti poco dopo per le lesioni riportate. Si è tenuta l’udienza di convalida del fermo, ad esito della quale il gip ha riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari, disponendo per il 17enne la detenzione in un istituto penitenziario minorile.  

FLASH

Le ultime

Balenottere e capodogli in collisione con le navi: “Limiti di velocità per legge”

Per le balenottere e i capodogli nel Mediterraneo nord-occidentale le collisioni con le navi, note come "ship strikes", sono...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.