Superbonus, il 5S Fraccaro: “Draghi a nome di chi parla? Non del Parlamento né cittadini”
S

La striscia

Indagine Altroconsumo, veicoli condivisi la tendenza in spostamenti urbani

(Adnkronos) - Sebbene l’Italia resti uno dei Paesi con un tasso di motorizzazione tra i più alti d’Europa...

Spazio, Nasa alla riscossa con Starliner

(Adnkronos) - La NASA è pronta per il test della capsula spaziale Starliner. Lo hanno annunciato alcuni funzionari...

Più fiori per la salvaguardia delle api e dell’ambiente

(Adnkronos) - Difendere l'ambiente e tutelare la biodiversità attraverso l'ecologia integrale. In occasione della Giornata mondiale delle api...

Contro il cancro anche la fibra ottica

(Adnkronos) - Usare la fibra ottica per lottare contro il cancro. E’ l’idea dietro il dispositivo sviluppato dal...

Harry e Megan, anniversario con telecamere

(Adnkronos) - Harry e Megan festeggiano oggi il loro quarto anniversario di matrimonio. Secondo le tradizioni Usa, dopo...

(Adnkronos) – “Il premier Draghi ha detto: ‘Il superbonus non ci piace’ e che ‘siamo contrari’ alla misura. Mi chiedo: perché usa il plurale? Vuole spiegarci chi si oppone alla nostra misura?”, si chiede il deputato M5S Riccardo Fraccaro, interpellato dall’Adnkronos sulla bocciatura del superbonus arrivata dal presidente del Consiglio.  

“Il governo guidato da Draghi – insiste l’ex sottosegretario a Palazzo Chigi – in Consiglio dei ministri, ha approvato la proroga del superbonus, come era logico immaginare, considerate anche le dichiarazioni degli stessi componenti del governo, ultima la ministra Carfagna che ha sottolineato l’utilità della misura. Ribadisco quindi l’interrogativo: a nome di chi parla Mario Draghi? Non certamente del Parlamento, dove la maggioranza dei favorevoli al superbonus è così ampia da sfiorare l’unanimità. Forse non piace al Paese? A difendere il superbonus sono intervenute le associazioni di costruttori, di ingegneri, di architetti, la Cna, forze politiche ambientaliste, i sindacati. In tanti, semmai, sono preoccupati dalla paventata abolizione della misura e dai danni enormi che i troppi ostacoli e i troppi ‘stop and go’ stanno causando”. 

“Difficile pensare, poi, che il premier potesse parlare a nome dei cittadini, considerato il successo del provvedimento proprio tra le famiglie, che hanno potuto ristrutturare edifici a costo zero, contribuendo al miglioramento dell’ambiente. Senza contare l’impatto sul lavoro. Mi chiedo, quindi, quando Draghi in Europa afferma: ‘Il superbonus non ci piace’, a nome di chi parla?”, conclude Fraccaro. 

FLASH

Le ultime

Massimo Mariotti riconfermato presidente di Serit

L’assemblea dei soci ha nominato il 6 maggio il nuovo consiglio di amministrazione di Serit, società che gestisce il...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.