Svelato il mistero dell’impronta gigante sulla spiaggia di Termoli
S

La striscia

(Adnkronos) – Un’impronta gigante di 23 metri è apparsa ieri mattina all’alba sulla spiaggia di Termoli con un messaggio forte e chiaro: diminuire la nostra impronta sull’ambiente è sempre più urgente per combattere i cambiamenti climatici. Un ‘gigante invisibile’ voluto da E.On, uno dei principali operatori energetici italiani, che dal Molise lancia una grande campagna di comunicazione per sensibilizzare tutti gli italiani sul tema della Carbon Footprint generata dall’uomo. Un’installazione unconventional che rappresenta il piede di un gigante del peso di 7 tonnellate, il quantitativo di CO2 prodotto, in media, secondo fonti Istat 2019, da ognuno di noi nell’arco di un anno: una quantità enorme, ma invisibile, che ci rende dei giganti che pesano sull’ambiente.  

E quando qualcosa non è visibile, viene spesso ignorato. Da qui una semplice proporzione: se in media un uomo che pesa 80 Kg ha un piede lungo 26 cm, quanto sarebbe grande l’impronta di un gigante che pesa 7 tonnellate? Esattamente 23 metri. Un ‘peso’ non più sostenibile per il pianeta ed è per questo che E.On ricorda che è l’ora di agire: occorre attivarsi concretamente verso un’importante riduzione dei consumi energetici, per aumentare l’efficienza energetica, per rendere l’energia verde la fonte primaria in tutti i settori, scegliendo soluzioni energetiche green e riducendo il proprio impatto sul Pianeta, per accelerare in maniera importante la transizione ecologica. 

L’opera non convenzionale è ideata dall’agenzia Dlv Bbdo e realizzata interamente a mano senza mezzi meccanici né additivi chimici nel rispetto dell’ambiente da ‘L’Accademia della Sabbia’, un gruppo di Artisti specializzati nella lavorazione della sabbia, sarà visibile sulla spiaggia di Termoli fino all’8 maggio. La città di Termoli, il cui Borgo Antico è situato su un promontorio a picco sul mare, cinto dalle mura che un tempo proteggevano la città dei pescatori, si è ben prestata ad accogliere l’impronta gigante.  

Questa location ha permesso ad E.On di esprimere i propri valori e ribadire in modo forte ed efficace la propria convinzione sull’importanza di un’azione collettiva per il raggiungimento della riduzione delle emissioni di CO2. Ecco perché da qui, grazie al coinvolgimento attivo di associazioni, istituzioni, aziende, mondo accademico ed esperti oltre che di tutta la cittadinanza, ha preso il via la nuova campagna di E.On, che vuole essere uno stimolo concreto affinché tutti possano contribuire alla salvaguardia del Pianeta, riducendo la propria Carbon Footprint.  

Partendo, quindi, dall’installazione dell’impronta sulla spiaggia di Termoli prende il via il progetto di comunicazione a 360 gradi dell’azienda, che prevede una serie di azioni e investimenti media online e offline, con un focus sulla comunicazione social, digital, street marketing, affissioni, stampa locale e nazionale, speciali editoriali. Inoltre, la città di Termoli farà da cornice allo spot che sarà in onda a partire dal 22 maggio su tutte le principali emittenti tv nazionali Rai, Mediaset, Sky e LA7, oltre che sulle connected Tv Rai Play, Sky on demand, Mediaset Infinity.  

Dal 6 maggio le foto a 360 gradi dell’installazione scattate a livello spiaggia e foto aeree a 180 gradi, mediante l’utilizzo di un drone, verranno pubblicate su Google Street View. In occasione della campagna, inoltre, E.On lancia la release dell’ App, che permette di effettuare il ‘Green Test’ per scoprire qual è la propria Carbon Footprint e ricevere consigli su come diventare più sostenibili nelle scelte di tutti i giorni. 

FLASH

Le ultime

È stato un buon campionato per il Verona?

In questo periodo dell’anno si avviano alla conclusione gli anni scolastici e i campionati di calcio, situazioni per cui...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.