Covid Italia, Iss: “Casi in costante diminuzione. Aumenta diffusione Omicron 4”
C

La striscia

Indagine Altroconsumo, veicoli condivisi la tendenza in spostamenti urbani

(Adnkronos) - Sebbene l’Italia resti uno dei Paesi con un tasso di motorizzazione tra i più alti d’Europa...

Spazio, Nasa alla riscossa con Starliner

(Adnkronos) - La NASA è pronta per il test della capsula spaziale Starliner. Lo hanno annunciato alcuni funzionari...

Più fiori per la salvaguardia delle api e dell’ambiente

(Adnkronos) - Difendere l'ambiente e tutelare la biodiversità attraverso l'ecologia integrale. In occasione della Giornata mondiale delle api...

Contro il cancro anche la fibra ottica

(Adnkronos) - Usare la fibra ottica per lottare contro il cancro. E’ l’idea dietro il dispositivo sviluppato dal...

Harry e Megan, anniversario con telecamere

(Adnkronos) - Harry e Megan festeggiano oggi il loro quarto anniversario di matrimonio. Secondo le tradizioni Usa, dopo...

(Adnkronos) –
In Italia “i casi per fortuna sono in lenta, ma costante diminuzione nonostante un andamento un po’ altalenante. L’incidenza di questa settimana è di 562 casi su 100mila abitanti”. Lo sottolineato Anna Teresa Palamara, direttore Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, nel video di commento al monitoraggio settimanale Covid-19 Iss-ministero della Salute. Tra le sottovarianti, evidenzia, Omicron “guadagna terreno BA.2, che è evidentemente nettamente prevalente”, ma “in qualche regione cominciano ad osservare la variante BA.4. Vedremo come andrà nelle prossime settimane. Sulla piattaforma IcoGen osserviamo anche 38 possibili ricombinanti Omicron-Omicron che sono Xe, Xj, Xl: noi le monitoriamo costantemente, ma fortunatamente la comparsa di questi ricombinanti non si associa ad una diversità nella quota di trasmissione e di severità della malattia”. 

Palamara ha poi precisato che “la percentuale delle reinfezioni è sempre abbastanza elevata, è al 5%. Questa è una costante che vediamo dall’inizio della circolazione della variante Omicron. Fortunatamente questo aumento non si associa ad una crescita dei ricoveri in area media e in terapia intensiva”.  

REZZA – “Questa settimana osserviamo un miglioramento della situazione epidemiologica del nostro Paese”, spiega il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. “Il tasso di incidenza – continua Rezza – scende leggermente e si fissa intorno a 559 casi di Covid 19 per 100 mila abitanti. E’ invece stabile l’Rt, intorno a 0,96, quindi di poco al di sotto dell’unità. Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva, rispettivamente al 14, 5 e al 3,7%, quindi in lieve diminuzione, ancora rispetto alla scorsa settimana. C’è una tendenza alla decongestione delle strutture ospedaliere”.  

“Data però l’elevata circolazione virale – l’incidenza lo ricordiamo, è ancora relativamente elevata – è bene continuare a mantenere comportamenti ispirati alla prudenza. E, allo stesso tempo, serve mantenere elevata la copertura vaccinale. E’ importante, dunque, che coloro che devono ancora fare i richiami vaccinali li facciano al più presto”, conclude.  

 

 

FLASH

Le ultime

Massimo Mariotti riconfermato presidente di Serit

L’assemblea dei soci ha nominato il 6 maggio il nuovo consiglio di amministrazione di Serit, società che gestisce il...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.