Jacobs: “Mi sono ripreso e oggi ritorno in pista”
J

La striscia

Energia, Letizia Magaldi (Mge): “Serve patto su paesaggio e quadra tra tutti gli attori”

(Adnkronos) - "L'Italia è un'eccellenza manifatturiera e nel food. L'emergenza che stiamo vivendo devi aiutarci a valorizzare le...

Svelati a Bolzano i riti funerari dell’Età del Bronzo

(Adnkronos) - Scoperto a Bolzano un crematorio risalente all’età del Bronzo (1150-950 ca a.C.). Lo hanno individuato gli...

Sneakers, che tesoro!

(Adnkronos) - Fa proseliti anche in Italia la passione sfrenata per un capo d'abbigliamento solo apparentemente casual: le...

Ikea Italia con AzzeroCO2 riqualifica 3.000mq del Gianicolo

(Adnkronos) - Un progetto di riqualificazione ambientale e paesaggistica di un’area del Colle del Gianicolo di Roma con...

Coripet approva bilancio 2021, turnover di 114 mln di euro

(Adnkronos) - Cresce la quota di mercato, così come i ricavi ed i contributi per i maggiori oneri...

(Adnkronos) –
“Mi sono ripreso, il problema è superato e oggi ritorno in pista”. Lo ha detto il velocista azzurro Marcell Jacobs a quasi una settimana dai problemi gastrointestinali che lo hanno colpito a Nairobi, in Kenya. “Non è stato facilissimo anche perché ero dall’altra parte del mondo, però è tutto risolto nel migliore dei modi e sono contento di tornare a correre”, ha aggiunto il campione olimpico di Tokyo. “Mi sono asciugato tantissimo, però io sono una persona che in cinque giorni recupera quello che ha perso in un mese. Speriamo quindi che anche questa volta sia così. Sono stato bravo a nutrirmi nel modo migliore possibile, anche gli esami fatti sono abbastanza buoni, domani ne faremo altri ma oggi vedremo le mie sensazioni in pista”, ha aggiunto il campione olimpico dei 100 metri a margine della presentazione del libro “Entra in gioco con la testa” di Nicoletta Romanazzi al Salone d’Onore del Coni. 

Mancano due mesi ai Mondiali di Eugene, e Jacobs dovrebbe gareggiare il 18 maggio a Savona ma ancora c’è un dubbio. “Devo capire com’è la situazione a livello fisico, sicuramente ho perso tanto, tantissimo. Bisogna capire quanto tempo mi serve per ricominciare a spingere veramente al 100%: sabato e domenica non saranno giorni di relax ma ci alleneremo per capire come posso arrivare a Savona”, ha aggiunto Jacobs amareggiato per quanto avvenuto a Nairobi ma guarda avanti: “Mancano due mesi e ho tutto il tempo per riprendermi e recuperare. Credo che tutto arrivi per qualche motivo, meglio un malanno ora che a ridosso del Mondiale. Del resto, anche prima dei Giochi Olimpici di Tokyo avevo avuto un problema: speriamo che porti la stessa fortuna”, ha concluso Jacobs. 

FLASH

Le ultime

Balenottere e capodogli in collisione con le navi: “Limiti di velocità per legge”

Per le balenottere e i capodogli nel Mediterraneo nord-occidentale le collisioni con le navi, note come "ship strikes", sono...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.