Asilo L’Aquila, “nell’auto il freno a mano era inserito”
A

La striscia

(Adnkronos) – “Sono certa di aver lasciato la macchina con la marcia inserita, quando sono andata a scuola riprendere le mie figlie, le gemelline. All’improvviso, però, l’ho vista passare e ho provato a bloccarne la corsa, ma non è stato possibile”. Questa la versione della donna di 38 anni che ieri, a L’Aquila, intorno alle 14.30, ha lasciato la propria Passat, con il figlio 12enne dentro, nei pressi dell’ingresso dell’asilo “Primo maggio” a Pile. La macchina si è sfrenata ed ha sfondato il cancello della materna, investendo diversi bambini, uno dei quali, Thomas D’Agostino, di 4 anni, è morto. Altri cinque i feriti, anche le gemelline della donna, che è indagata per omicidio stradale. Una bimba, la più grave, è ricoverata a Roma; stabili gli altri quattro piccoli. Il cortile dell’asilo è sotto sequestro, come pure l’auto.  

FLASH

Le ultime

Serit, presentato il dispositivo con cellule elettroniche per la produzione di idrogeno

Nel 2035 in Europa non sarà più consentito circolare ai mezzi con motore a combustione, benzina, diesel ed ibride...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.