Onu: “Con guerra in Ucraina superati 100 milioni sfollati in tutto il mondo”
O

La striscia

(Adnkronos) – A causa anche della guerra in Ucraina, il numero di persone costrette a fuggire da conflitti, violenze, violazioni dei diritti umani e persecuzioni ha superato per la prima volta la soglia di 100 milioni. “Cento milioni di persone sono una cifra impressionante, che fa riflettere e allarma allo stesso modo – ha dichiarato Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati – E’ un record che non avrebbe mai dovuto essere raggiunto”. “Questo dato deve servire da campanello d’allarme per risolvere e prevenire conflitti devastanti, porre fine alle persecuzioni e affrontare le cause che costringono persone innocenti a fuggire dalle loro case”. 

Quest’anno la guerra in Ucraina ha causato otto milioni di sfollati interni ed è stato registrato un movimento di più di sei milioni di rifugiati dall’Ucraina. Secondo l’Unhcr, il numero di persone costrette a fuggire in tutto il mondo è salito a 90 milioni alla fine del 2021 a causa di nuove ondate di violenza o conflitti prolungati in Paesi come Etiopia, Burkina Faso, Myanmar, Nigeria, Afghanistan e Repubblica Democratica del Congo. 

“La risposta internazionale alle persone in fuga dalla guerra in Ucraina è stata estremamente positiva – ha aggiunto Grandi – Abbiamo bisogno di una simile mobilitazione per tutte le crisi nel mondo”. “Gli aiuti umanitari sono un palliativo, non una cura – ha detto – Per invertire questa tendenza, l’unica risposta sono pace e stabilità in modo che persone innocenti non siano costrette a scegliere tra un pericolo estremo in patria o precaria fuga ed esilio”. 

FLASH

Le ultime

Siccità: 9mila ettari già in fumo, agricoltura in ginocchio

L’Italia brucia con oltre 9mila ettari andati in fumo negli ultimi sei mesi, più che raddoppiati nel 2022 rispetto...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.