Chi è Martina Trevisan, azzurra in semifinale al Roland Garros 2022
C

La striscia

(Adnkronos) – Martina Trevisan, 28 anni, è in semifinale al Roland Garros 2022. Nata il 3 novembre 1993 a Firenze, ha lo sport nel sangue. Suo padre Claudio è infatti un ex calciatore (ha giocato anche in serie B), mentre sua madre Monica e suo fratello Matteo insegnano tennis. Quest’ultimo, prima di abbandonare la carriera da professionista, ha vinto un Wimbledon in doppio nella categoria juniores.  

Ventotto anni, mancina, oggi Martina ha raggiunto la semifinale del Roland Garros battendo Leylah Fernandez.  

Allenata da Matteo Catarsi, ha preso in mano la racchetta per la prima volta a 5 anni. La sua carriera ha subito uno stop tra il 2010 e il 2014 quando si è allontanata dal tennis, anche a causa di alcuni infortuni e di problemi legati all’anoressia.  

Il 2022 è l’anno del decollo, con il primo titolo della carriera conquistato a Rabat. Nella stagione in corso, lo score complessivo comprende 15 match vinti e 10 persi in singolare. Il ranking del 23 maggio, con la 59esima posizione, rappresenta la posizione più alta in carriera ed è destinata a migliorare dopo l’exploit parigino. I premi vinti sinora ammontano a oltre 197mila dollari: dopo il Roland Garros, anche questa voce verrà decisamente ritoccata.  

Prima di oggi, il miglior risultato in un torneo dello Slam erano i quarti di finale raggiunti a Parigi anche nel 2020. A Wimbledon non è andata oltre il primo turno, all’US Open e all’Australian Open si è fermata al secondo turno.
 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.