Putin: “Se missili a lungo raggio consegnati a Ucraina, colpiremo nuovi siti”
P

La striscia

(Adnkronos) – Se saranno forniti missili a lungo raggio all’Ucraina, la Russia ne prenderà atto e colpirà strutture finora risparmiate dalla guerra. Ad affermarlo il presidente russo, Vladimir Putin, in una intervista al canale televisivo Rossiya 1. “Se i sistemi Himars saranno consegnati (agli ucraini, ndr), ne trarremo le conseguenze appropriate e useremo le nostre armi distruttive, e ne abbiamo in quantità sufficienti, per colpire obiettivi che non stiamo ancora colpendo”, ha affermato Putin. Gli Stati Uniti si sono impegnati a consegnare alle forze ucraine quattro lanciarazzi di precisione Himars, ma con una gittata limitata a 50 chilometri. 

“Tutto questo chiasso su ulteriori consegne di armi (all’Ucraina, ndr) ha come unico obiettivo quello di estendere la durata del conflitto il più a lungo possibile”, ha affermato ancora Putin. 

Le armi americane all’Ucraina? “Stiamo schiacciando come noci i loro sistemi di difesa aerea”, ha detto ancora Putin in un’anticipazione della stessa intervista. “Ne abbiamo distrutte decine” ha aggiunto. 

LE ARMI DAGLI USA – I missili inviati dagli Usa all’Ucraina sono “esattamente quello di cui hanno bisogno per resistere all’aggressione russa”. Queste armi, ha spiegato dal canto suo il vice consigliere per la Sicurezza nazionale, John Fines, “permetteranno agli ucraini di colpire con precisione obiettivi russi nel campo di battaglia”. “Noi pensiamo che questo corrisponda alle loro esigenze” ha ripetuto Finer parlando del sistema missilistico Himars che permette lanci fino a 80 chilometri.
 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.