Dossier Coste, il WWF lancia l’allarme
D

La striscia

(Adnkronos) – Nella Giornata mondiale degli Oceani il WWF lancia l’allarme sullo stato delle coste italiane. Il 51% dei paesaggi costieri, circa 3.300 km, negli ultimi 50 anni sono stati trasformati e degradati da case, alberghi, palazzi, porti e industrie. Appena 1.860 km (il 23%) di tratti lineari di costa più lunghi di 5 km nel nostro Paese, isole comprese, possono essere considerati ancora naturali. Agli impatti diretti si è aggiunta l’erosione delle spiagge, fenomeno naturale esacerbato delle attività umane, mentre cambiamento climatico, inquinamento da plastica, specie aliene, ancoraggi indiscriminati e pesca eccessiva stanno deteriorando gli ecosistemi marini. Per contribuire a raggiungere gli obiettivi di tutela, torna la Campagna GenerAzioneMare del WWF: per tutta l’estate saranno cittadini, volontari, ricercatori, pescatori, aree protette, imprese, amministrazioni, i protagonisti della difesa del mare. 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.