La Coppa Davis a Bologna dopo 46 anni, dal 13 al 18 settembre
L

La striscia

(Adnkronos) – La Davis Cup by Rakuten torna dopo 46 anni nella città di Bologna e lo fa in grande stile, ospitando uno dei quattro gironi della fase finale: un nuovo, grande evento sportivo internazionale nell’Emilia-Romagna Sport Valley. La manifestazione, scrive la Federtennis, si svolgerà dal 13 al 18 settembre prossimi all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno e vedrà protagoniste quattro squadre: Argentina, Croazia, Italia e Svezia. 

Il ritorno della più antica competizione sportiva mondiale per squadre nazionali nel capoluogo regionale coincide con un anniversario storico. Ricorre infatti quest’anno il centenario dalla prima partecipazione della Nazionale italiana: dal 19 al 21 giugno del 1922 l’Italia affrontò sull’erba di Roehampton la Gran Bretagna. Per celebrare questa ricorrenza, la Federazione Italiana Tennis ha creato uno speciale logo, svelato oggi nella conferenza stampa di presentazione del girone finale, svoltasi presso la sede della Regione Emilia-Romagna, a Bologna, cui hanno partecipato il Presidente della Fit, Angelo Binaghi, il Capo del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Michele Sciscioli, il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, il Consigliere Delegato al Turismo e ai Grandi Eventi Sportivi del Comune di Bologna, Mattia Santori, e il Capitano della Nazionale italiana di Coppa Davis, Filippo Volandri. La vendita dei biglietti inizia oggi alle 18 sul sito tickets.italy.daviscupfinals.com e su quello di Ticket One.  

“Siamo davvero lieti di poter celebrare in Italia il centesimo anniversario della nostra prima partecipazione alla Coppa Davis, e di poterlo fare a Bologna, dove da troppo tempo mancava lo spettacolo del grande tennis”. Lo dice Angelo Binaghi, presidente della Federazione Italiana Tennis.  

“E’ una ricorrenza importante e abbiamo voluto celebrarla in maniera particolare con un logo che ci accompagnerà per tutto questo 2022 nella comunicazione relativa alla più importante competizione a squadre del nostro sport. Poter ospitare per il secondo anno consecutivo le Davis Cup by Rakuten Finals in Italia -e con un impegno a lungo termine garantito da Itf e Kosmos- costituisce non solamente un fiore all’occhiello ma, soprattutto, un importante riconoscimento della capacità organizzativa della nostra Federazione. È il risultato di un lavoro di squadra che ci ha visto protagonisti insieme al Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Emilia-Romagna, della Città Metropolitana di Bologna e del Comune di Casalecchio di Reno: a loro va il nostro ringraziamento, a nome della Fit e di tutto il movimento del tennis italiano”.  

“Sono sicuro che la squadra si farà trovare pronta a dare il massimo per centrare la qualificazione ai quarti e volare a Malaga per la fase finale”. Lo dice il capitano della squadra italiana di Coppa Davis, Filippo Volandri. “Quello di Bologna è un girone tosto, difficile, ma molto stimolante. Ritrovare la Croazia contro la quale abbiamo perso lo scorso anno a Torino sarà un motivo ulteriore di rivincita. In vista di settembre abbiamo tutto il tempo per poterci attrezzare e soprattutto faremo tesoro dell’esperienza del 2021”.  

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.