Covid Italia, torna a salire l’incidenza settimanale dei contagi
C

La striscia

(Adnkronos) – Covid in Italia, nei dati di oggi del report settimanale Iss risale l’incidenza – da 207 a 222 contagi ogni 100mila abitanti -, mentre l’indice Rt è ancora in calo a 0,75. E ancora: scende al 2% l’occupazione delle terapie intensive (nelle aree mediche è al 6,6%) e sono due fra regioni e province autonome quelle a rischio moderato. Basso in tutte le altre. In aumento i casi rilevati con screening. 

Torna a salire l’incidenza settimanale dei casi Covid in Italia, dopo settimane di calo. Secondo i dati principali del monitoraggio della Cabina di Regia sull’andamento dell’epidemia, è di 222 casi ogni 100mila abitanti tra il 3 e il 9 giugno – comunica l’Istituto superiore di sanità (Iss) – rispetto ai 207/100.000 della settimana precedente (27 maggio – 2 giugno). 

In calo l’indice Rt medio calcolato sui casi sintomatici di Covid-19 che nel periodo 18-31 maggio è stato pari a 0,75 (range 0,72–0,82), in diminuzione rispetto alla settimana precedente. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è al di sotto della soglia epidemica: pari a 0,80 (0,77-0,85) al 31 maggio rispetto allo 0,78 (0,75-0,82) del 23 maggio. 

Continua intanto il calo dei ricoveri nei reparti ordinari e nelle terapie intensive dei pazienti Covid. Questa settimana il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 2,0% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 9 giugno) rispetto al 2,3% (rilevato il 2 giugno). Anche il tasso di occupazione, da parte di pazienti Covid, in aree mediche a livello nazionale scende al 6,6% (rilevazione del 9 giugno) rispetto al 7,1% (rilevato il 2 giugno). 

Questa settimana solo 2 Regione/Province autonome sono classificate a rischio moderato, tutte le altre sono a rischio basso. Tredici Regioni/Pa riportano una singola allerta di resilienza. Due Regioni/Pa riportano molteplici allerte di resilienza. 

La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in diminuzione (10% rispetto all’11% della scorsa settimana). Stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (42% vs 42%), mentre aumenta la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (49% vs 46%).
 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.