Cannabis, alla Camera avanti su legalizzazione uso domestico
C

La striscia

(Adnkronos) – Vanno avanti i lavori in commissione Giustizia della Camera sul testo che depenalizza la coltivazione domestica della cannabis. Il via libera è previsto per martedì prossimo e il provvedimento sarà all’esame dell’aula di Montecitorio a fine giugno. Oggi sono stati votati quasi tutti gli emendamenti all’art. 3 (il ddl è composto di 5 articoli), ne restano all’incirca 40.  

Il fronte contro il provvedimento vede Lega e Fdi in prima linea, oggi però sono stati respinti diversi emendamenti presentati dal partito di Matteo Salvinie e Giorgia Meloni. E’ stato invece approvato – dopo una riformulazione del relatore Mario Perantoni dei 5 Stelle – un emendamento presentato da Riccardo Magi di Più Europa che differenzia le pene detentive per lo spaccio di lieve entità a seconda della tipologia delle sostanze, introducendo la pena da 2 mesi a 2 anni, quindi riducendola rispetto ai 4 anni attuali.  

“Oggi è stato approvato un mio emendamento -spiega Magi- che, pur riformulato dal relatore, segna un altro punto importante nella giusta direzione: la riduzione delle pene per i casi di lieve entità e la distinzione tra le diverse sostanze, con l’obiettivo di evitare il più possibile il carcere per le condotte legate alla cannabis. È importante sottolineare come queste modifiche del Testo Unico sugli stupefacenti fossero state suggerite al Parlamento anche dalla Conferenza Nazionale sulle Droghe che si è tenuta lo scorso ottobre a Genova. Ora avanti con il lavoro che il 24 giugno arriverà in aula”.  

 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.