Ucraina, sindaco Irpin: “Leader europei colpiti al cuore da orrori avvenuti in città”
U

La striscia

(Adnkronos) – “Sono sicuro che i capi dei Paesi europei giunti qui, oggi, abbiano percepito con il cuore gli orrori avvenuti a Irpin. Sono sicuro che il loro sostegno all’Ucraina da ora sarà più forte e più deciso, e noi lo sentiremo anche ad Irpin”. A dirlo all’Adnkronos, in un’intervista esclusiva, è il sindaco di Irpin Oleksandr Markushyn, al termine della visita odierna dei quattro leader europei -Draghi, Macron, Scholz e Iohannis- in Ucraina. 

“Voglio ringraziare tutti i paesi europei che hanno accolto i nostri profughi durante la guerra -sottolinea il sindaco della città visitata dai premier- e che aiutano la nostra Ucraina in tempi così difficili. Non lo dimenticheremo”. Markushyn ripercorre le tappe della visita alla città, brutalmente distrutta dalla guerra e diventata simbolo delle violenze degli scontri tra Russia e Ucraina. “Oggi sono venuti qui degli ospiti molto importanti, i leader della Francia, Italia, Romania, Germania. Li abbiamo incontrati nel nostro quartiere Lypky, il distretto della nostra città in cui si sono svolte le azioni belliche attive”, spiega. 

Il primo cittadino di Irpin spiega che “a 500 metri da dove ci siamo incontrati si trova quello che era il nostro posto di blocco, la nostra linea di difesa della città. Abbiamo raccontato loro di come è stata la lotta con i russi, abbiamo mostrato dei video e delle foto. Sono rimasti molto colpiti”. Il sindaco conclude poi con un’esportazione: “Noi vinceremo, ne sono certo. Gloria all’Ucraina”. 

FLASH

Le ultime

Serit, presentato il dispositivo con cellule elettroniche per la produzione di idrogeno

Nel 2035 in Europa non sarà più consentito circolare ai mezzi con motore a combustione, benzina, diesel ed ibride...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.