M5S, Grillo e i 2 mandati: “La regola va estesa”
M

La striscia

(Adnkronos) – Il “dilemma” della regola del doppio mandato “può essere superato in altri modi, senza per questo privarsi di una regola la cui funzione è di prevenire il rischio di sclerosi del sistema di potere, se non di una sua deriva autoritaria, che è ben maggiore del sacrificio di qualche (vero o sedicente) Grande Uomo”. Così Beppe Grillo interviene dal suo Blog nel dibattito sul superamento della regola dei due mandati, tema che sarà sottoposto a votazione sul sito del M5S entro la fine del mese. Un passaggio che secondo fonti parlamentari ‘contiane’ vicine al garante 5 Stelle sarebbe un riferimento al ‘sacrificio’ di Di Maio per il doppio mandato. 

“Alcuni obiettano, soprattutto fra i gestori che si arroccano nel potere, – prosegue Grillo – che un limite alla durata dei mandati non costituisca sempre l’opzione migliore, in quanto imporrebbe di cambiare i gestori anche quando sono in gamba: ‘cavallo che vince non si cambia’ sembrano invocare ebbri di retorica da ottimati”, ironizza invitando appunto a superare “in altri modi” l’empasse.  

“Appare sempre più opportuno – evidenzia Grillo – estendere l’applicazione delle regole che pongono un limite alla durata dei mandati. Queste regole hanno goduto di una certa fortuna in alcuni ambiti del settore pubblico, quali i giudici della Corte Costituzionale. Ma il limite alla durata dei mandati – sottolinea – si giustifica anche nell’esigenza di porre un limite a un potere rilevante, come per esempio quello del Presidente degli Stati Uniti”. 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.