Che fine hanno fatto i filmati dell’ultima esibizione di Luigi Tenco?
C

La striscia

(Adnkronos) – Che fine hanno fatto i filmati dell’ultima esibizione di Luigi Tenco al Festival di Sanremo prima della sua morte avvenuta 55 anni fa? Lo chiede il deputato della Lega Manfredi Potenti, in un’interrogazione al ministro della Cultura, Dario Franceschini, alla vigilia della Festa della Musica che si celebra domani in tutto il mondo.  

“In tema di musica, ricorre -ricorda l’esponente del Carroccio- il 55/mo anniversario dalla morte del cantautore Luigi Tenco, la cui morte a soli 28 anni funestò la 17ma edizione del Festival di Sanremo, ove il 26 gennaio egli si esibì per l’ultima volta, con la sua ‘Ciao amore ciao’. I nastri delle performance, come riportato dal ‘Corriere della Sera’ del 22 gennaio 2022, andarono perduti rimanendo solo alcune fotografie e la registrazione filmata delle prove”. 

Non solo. “La vicenda della morte del cantautore, pur archiviata come suicidio, è stata funestata dai dubbi -ricorda Potenti- che hanno continuato a tenere banco per molti anni ed almeno sino al 2013, ed ancor oggi c’è chi lavora per la possibile riapertura del caso”. 

Il deputato della Lega chiede quindi al ministro “se e quali iniziative intenda intraprendere per salvaguardare e valorizzare la storia della musica e dei cantautori italiani tra i quali, Luigi Tenco”. E soprattutto “se e di quali notizie disponga circa il possibile reperimento e la conservazione di nastri e delle registrazioni delle performance del cantautore, anche alla luce di una possibile loro pubblicazione”. 

FLASH

Le ultime

Siccità: 9mila ettari già in fumo, agricoltura in ginocchio

L’Italia brucia con oltre 9mila ettari andati in fumo negli ultimi sei mesi, più che raddoppiati nel 2022 rispetto...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.