Il Niger vittima di una carestia frutto della crisi climatica
I

La striscia

(Adnkronos) – Il Niger è vittima dei cambiamenti climatici. Le piogge sempre più irregolari e le stagioni secche più lunghe fanno sì che molte zone del Paese non abbiano avuto un buon raccolto da più di dieci anni. Le temperature stanno aumentando 1,5 volte più velocemente rispetto al resto del mondo, portando a una siccità che sta erodendo il 14% di terra coltivabile. Solo l’anno scorso si è registrato un calo del 39% nella produzione di cereali. Per il 2022 si prevede che 4,4 milioni di persone, il 18% della popolazione, dovranno far fronte a una forte insicurezza alimentare. 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.