Bollette luce e gas, nuovo intervento contro i rincari
B

La striscia

(Adnkronos) – l Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto contro i rincari delle bollette di luce e gas. Via libera anche alla misura per garantire liquidità alle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale, e al contributo per le aziende che importano gas naturale sul mercato italiano. 

Azzerati gli oneri generali di sistema nel settore elettrico per il terzo trimestre 2022, idem per il gas, con la riduzione dell’Iva confermata al 5%. Un provvedimento snello, appena due pagine e sei articoli. L’articolo 1, sul contenimento dei rincari delle bollette elettriche, prevede l’annullamento degli oneri generali di sistema “anche connesse in media e alta/altissima tensione o per usi di illuminazione pubblica o di ricarica di veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico”, si legge nel testo.  

Si applicano anche alle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale le misure temporanee per il sostegno alla liquidità delle imprese (tramite garanzie prestate da Sace) introdotte con il ‘decreto Aiuti’ del 17 maggio scorso. 

Le imprese che importano gas in Italia dovranno versare un contributo che verrà versato alla alla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA). Viene inoltre previsto che l”obolo’ venga reso in caso di perdita. “Ai soggetti che abbiano registrato, nel bilancio certificato dell’esercizio o degli esercizi che includono il periodo oggetto dell’intervento, una perdita – si legge infatti nel testo – sono restituiti gli importi precedentemente versati nei limiti del valore della perdita”. 

 

FLASH

Le ultime

Serit, presentato il dispositivo con cellule elettroniche per la produzione di idrogeno

Nel 2035 in Europa non sarà più consentito circolare ai mezzi con motore a combustione, benzina, diesel ed ibride...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.