“Pizza deve essere per tutti”, Sorbillo replica a Briatore e gli fa proposta
&

La striscia

(Adnkronos) – “Tutti devono aver diritto a una semplice pizza” dice Gino Sorbillo. Il famosissimo pizzaiolo napoletano replica così a Flavio Briatore. Ieri, di fronte alla polemica della pizza a quindici euro innescata dal manager, i pizzaioli hanno reagito regalando pizze. “Abbiamo fatto un’azione generosa tipica del popolo napoletano, per far capire che questa pizza è, è stata e sarà un prodotto popolare accessibile a tutti – ha affermato Sorbillo ospite questa mattina di ‘Non Stop News’ su Rtl 102,5 in diretta dal Lungomare Caracciolo – La nostra pizza è venduta a bambini, ad anziani, a giovani, a disoccupati. Tutti devono aver diritto a una semplice pizza. Poi è normale che nel menu ce ne possano essere di più costose, ma le basiche devono essere accessibili a tutti”.  

“Il tutto come ben sapete è nato dal fatto che Briatore ha un po’ screditato la nostra pizza per il prezzo a cui la vendiamo”, ha ricordato il pizzaiolo che afferma di non aver sentito Briatore. “Io però mi sono invitato da lui, gli ho detto che questa è la nostra risposta, che si può fare qualità”, ha risposto Sorbillo. “Il 99,9% delle pizzerie in Italia ha prezzi medi che vanno dai 5 euro ai 12 euro, non arrivano a 70 euro a pizza. Se vuole per riappacificarci potremmo fare una serata a quattro mani da lui, veniamo io e la mia squadra di pizzaioli per offrire e far conoscere anche ai suoi clienti abituati a pizze gourmet anche la tipica pizza napoletana. Quello è un sano confronto. Gli ho lasciato il numero di telefono ma ancora non mi ha risposto”. 

 

FLASH

Le ultime

A Milano arriva il festival dei vini ancestrali

Parliamo dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie, sui lieviti), che oggi trovano un rinnovato interesse da parte di un...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.