Calenda: “Di Maio? Problema non è lui ma chi gli va dietro” – Video
C

La striscia

(Adnkronos) – “In un Paese normale Di Maio dovrebbe dire: ‘vado a riflettere sui danni che ho fatto’. E invece ora rinnega il populismo e parla di competenza. Ma il problema principale non è lui, che non è credibile, ma quelli che gli vanno appresso”. Così Carlo Calenda in un video sui social.  

“Da Letta che dice ‘la nostra funzione è fare il magnete’. Di chi? Di Conte e Di Maio? Dei rottami? Che progetto politico è? Da Sala che Di Maio voleva mandare in galera al tempo dell’Expo, e ora dice ‘si è ravveduto, però io continuo a fare il sindaco di Milano, però intanto faccio ‘Italia c’è”. Da Brugnaro, che è un sindaco di destra, però dice ‘Di Maio non è così male’. E poi Toti fino a Berlusconi”.  

“È la sensazione – aggiunge il segretario di Azione – della chiusura di una stagione disastrosa, di una legislatura in cui la coerenza è andata a farsi benedire e la politica ha tradito ogni promessa, e in cui, alla fine, hanno dovuto chiamare Mario Draghi e chiedere a Mattarella di rimanere, cioè di fare entrare gli adulti nella stanza”. 

FLASH

Le ultime

Siccità: 9mila ettari già in fumo, agricoltura in ginocchio

L’Italia brucia con oltre 9mila ettari andati in fumo negli ultimi sei mesi, più che raddoppiati nel 2022 rispetto...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.