Bimbo morto a Sharm, dubbi su cause decesso
B

La striscia

(Adnkronos) – Non sono ancora stati convocati dalla Procura di Palermo, ma i genitori del bimbo morto a Sharm El Sheik, in Egitto, potrebbero essere sentiti già la prossima settimana, come confermano ambienti giudiziari all’Adnkronos. La Procura ha aperto una inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Enrico Petrigni e condotta dal pm Bruno Brucoli, per capire le cause della morte del bambino. I genitori del piccolo, Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile, potrebbero spiegare ai magistrati cosa è accaduto in Egitto mentre erano in vacanza. Il padre del bimbo, che è arrivato con un volo speciale in gravi condizioni di salute, sarà dimesso entro oggi dall’ospedale. 

I pm vogliono capire se il bambino sia morto per una intossicazione alimentare oppure da contatto. Intanto, i legali della famiglia, dello studio Giambrone, si stanno muovendo facendo ricerche anche al resort in Egitto. 

FLASH

Le ultime

Quarta ondata di caldo, le previsioni per le prossime ore

In questa seconda parte della settimana si sta facendo strada sull’Italia una massa d’aria rovente associata, come sempre, dall’anticiclone...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.