“No Mauro Corona, nessun lupo è stato reintrodotto in Italia”

La striscia

La lettera a Mauro Corona dopo l’intervento a Cartabianca, da parte dell’associazione “Io non ho paura del lupo” che riporta le referenze

Caro Mauro Corona, nessun lupo è mai stato reintrodotto in Italia. A dire il vero non è mai stato reintrodotto nemmeno in Europa. Eppure, nell’ultima puntata di Cartabianca andata in onda su Rai3 martedì scorso dici di “sapere per certo” che il lupo è stato reintrodotto da qualcuno in “alta Italia” veicolando un messaggio devastante in diretta TV, distruggendo così in un attimo anni di lavoro di professionisti, studiosi, associazioni e sopratutto allevatori che attraverso il loro buon esempio e il loro lavoro si adoperano per una corretta informazione, scientificamente provata e verificata: quella che dovrebbe essere lo standard nella TV pubblica pagata con i soldi degli italiani. Si, perchè questo tipo di notizie, senza alcun fondamento scientifico, distruggono in primis il lavoro degli allevatori che da anni coesistono con il lupo nel nostro paese, così come il lavoro di alcuni pastori Alpini che, con grande impegno, stanno adottando le misure di prevenzione necessarie a garantire un futuro in montagna all’uomo e ai grandi predatori come orso e lupo, specie fondamentali per i nostri ecosistemi, continuamente messe a rischio, bracconate, uccise o umiliate, come nel caso della testa di lupo appesa ad un cartello stradale in Valchiavenna, rinvenuta esattamente nello stesso giorno in cui tu parlavi in TV.

Concludendo, ci auguriamo fermamente che tu, insieme a Bianca Berlinguer e a tutta la redazione di Cartabianca, così come al direttore di Rai3 Franco Di Mare, vogliate informare correttamente i telespettatori, raccontando come il lupo abbia fatto tutto da solo, tornando a popolare le nostre montagne in maniera naturale senza l’aiuto dell’uomo e di come questa specie, ancora oggi, sia un simbolo del nostro paese da salvaguardare e sul quale creare cultura e conoscenza tra gli italiani.

PS: Orso, marmotta e stambecco sono invece sì stati reintrodotti da progetti istituzionali, alcuni davvero ambiziosi, il tutto alla luce del sole e con risultati di successo.

FLASH

Le ultime

Meloni, parole d’ordine per l’agricoltura: sovranità, sostenibilità, qualità

“Questo evento - interviene Giorgia Meloni al Villaggio Contadino di Coldiretti a Milano - si rinnova in momento difficile...

Forse ti può interessare anche