Sottosegretario Sgarbi, “No a eolico in natura e fotovoltaico in agricoltura”
S

La striscia

“La mia prima iniziativa come Sottosegretario al Ministero della Cultura sarà la difesa del paesaggio. Impedire che l’Italia sia terra di conquista delle mafie, come è già accaduto al Sud”, questa la priorità del Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, intervistato questa mattina da Italiaambiente a margine della 124esima edizione di Fieracavalli, a Veronafiere. “In questo territorio ad esempio qualcuno ha voluto l’orrore delle pale eoliche ad Affi (VR), che non sono altro che il segno della presenza della mafia nel nord Italia. Ancor peggio c’è il fotovoltaico a terra in campo agricolo, capace di distruggere le coltivazioni che invece vanno difese, anche in un rapporto con l’Europa. Il fotovoltaico si può tradurre nelle tegole fotovoltaiche di Elon Musk che già ci sono oppure può essere posto sui tetti dei capannoni, degli edifici industriali e delle architetture contemporanee, senza distruggere la cultura agricola. Il paesaggio è un bene costituzionale e un valore assoluto. Bisogna disciplinare l’utilità delle rinnovabili nei luoghi ove esse sono compatibili, perché alcuni paesaggi sono già stati aggrediti in modo definitivo e mortale”.

Poi il Sottosegretario si pronuncia in merito alla recente polemica sulla gratuità dei luoghi della cultura. “Una cosa che volevo dire al mio amico Ministro Sangiuliano è che io non sono per la gratuità assoluta. Sono per la gratuità ai cittadini, che non dovrebbero pagare per entrare nei musei della propria città. Il turista invece sì. Si potrebbe bilanciare: far pagare un po’ di più al turista e non far pagare a cittadino, che così al museo ci va”.

FLASH

Le ultime

Rubrica Lavoro del 26 settembre realizzata in collaborazione con Cnr Media

(Adnkronos) -  ---lavorowebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Forse ti può interessare anche