Carceri, 77 detenuti e 5 agenti suicidi da inizio anno: l’ultimo oggi ad Ariano Irpino
C

La striscia

(Adnkronos) – Settantasette detenuti e cinque agenti di Polizia Penitenziaria si sono tolti la vita da inizio anno. Un numero mai tanto alto, che non si ferma e cresce. L’ultimo suicidio questa mattina, ad Ariano Irpino, in provincia di Avellino. “E’ una strage senza fine – commenta all’Adnkronos Aldo di Giacomo, segretario generale di S.Pp. Polizia Penitenziaria – Non è pensabile che in meno di un anno si siano uccise oltre ottanta persone, giovanissimi per lo più e con pene irrisorie. A suicidarsi sono quelli che in galera non ci devono stare, alcol o droga dipendenti, malati psichiatrici: insomma, i soggetti più fragili, gli stessi che creano disordini all’interno dell’istituto penitenziario”.  

Ma come arginare una marea di eventi critici, suicidi in primis ma anche aggressioni, rivolte, che non pare arretrare? “La prima cosa che va fatta è costruire nuove carceri – spiega il sindacalista – evitare che in galera ci sia questa tipologia di detenuti per i quali il carcere è peggiorativo. Oltre alle chiacchiere, si provveda immediatamente ai fatti o le morti continueranno. Ogni settimana gli agenti in servizio salvano in media tre detenuti dal suicidio. Il carcere è diventato un posto dove i soggetti più fragili non vengono curati e patiscono le pene dell’inferno”. 

(di Silvia Mancinelli) 

FLASH

Le ultime

Spazi fluidi grazie ad aperture che giocano con la luce. Come i portoncini Infinity della linea Tenvis di Oknoplast.

(Adnkronos) - MILANO, 5 dicembre 2022 /PRNewswire/ -- Spazi delimitati, ma interconnessi. La percezione della propria abitazione come luogo raccolto...

Forse ti può interessare anche