-2.2 C
Rome
giovedì 9 Febbraio 2023
Italiaambiente è partner di Adnkronos

Il CHUV, il CERN e THERYQ uniscono le forze per dare vita a un’inedita sinergia nel campo della radioterapia contro il cancro
I

La striscia

(Adnkronos) – LOSANNA, Svizzera and PEYNIER, France, 28 novembre 2022 /PRNewswire/ — Il Centre Hospitalier Universitaire Vaudois (CHUV) di Losanna, Svizzera, il Laboratorio Europeo di Fisica delle Particelle (CERN) e THERYQ (Gruppo ALCEN) hanno firmato un accordo per lo sviluppo, primo di questo genere a livello mondiale, di un rivoluzionario dispositivo di radioterapia FLASH che impiegherà la radiazione di elettroni ad altissima energia (VHEE) per la cura dei tumori resistenti alle terapie convenzionali. Il dispositivo, basato sulla tecnologia del CERN, sarà installato presso il CHUV. Questo sviluppo rappresenta un'importantissima speranza di incremento dell'efficacia della radioterapia, a tutto vantaggio dei pazienti. Limitando l'irradiazione a pochi millisecondi, la radioterapia FLASH riduce notevolmente gli effetti collaterali, aumentando nel contempo l'efficacia nella lotta ai tumori. Il programma si avvale del precedente sostegno finanziario offerto dalla fondazione ISREC, in collaborazione con la fondazione Biltema che, attraverso un'eccezionale donazione di 25,8 milioni di franchi svizzeri, rende possibile questo progetto. L'accordo tripartito riguarda la collaborazione per lo sviluppo, la pianificazione, la conformità normativa e la costruzione del primo dispositivo di radioterapia al mondo che utilizza la tecnica FLASH con elettroni ad altissima energia. THERYQ, parte della Healthcare Division di ALCEN, produrrà questo rivoluzionario dispositivo che utilizza un acceleratore lineare compatto basato su una tecnologia sviluppata dal CERN. Presso la sede del CHUV verrà realizzato uno speciale bunker in grado di ospitare questa innovazione tecnologica. Il dispositivo dovrebbe entrare in funzione nell'arco di due anni. I primi studi clinici sono previsti per il 2025. Una donazione anticipata di 25,8 milioni di franchi svizzeriQuesto importante sviluppo fa parte del proseguimento di un innovativo programma di trasferimento clinico della radioterapia FLASH, avviato nel 2020 tra il CERN e il CHUV. La fase attuale è resa possibile da un precedente finanziamento da parte della fondazione ISREC, che, nel giugno 2021, ha annunciato di voler appoggiare il progetto con 25,8 milioni di franchi svizzeri grazie a una donazione della fondazione Biltema. Le fondazioni ISREC e Biltema hanno inoltre sostenuto le prime fasi del programma FLASH con un contributo iniziale di un milione di franchi svizzeri. Il CHUV è pioniere della radioterapia FLASH La radioterapia è una delle principali forme di terapia del cancro, assieme a chemioterapia, chirurgia e immunoterapia. Attualmente, un terzo dei tumori è resistente alla radioterapia convenzionale. La ricerca si concentra sullo sviluppo di una radioterapia più efficace e meglio tollerata dai pazienti. È in questo contesto che il capo del Dipartimento di Radio-Oncologia del CHUV, il Professor Jean Bourhis, e il suo team hanno sperimentato il metodo FLASH, che ha prodotto eccezionali risultati negli studi preclinici su animali. In vista del trasferimento clinico, un progetto pilota avviato nel 2020 al CHUV ha visto l'installazione di un primo prototipo denominato FLASHKNiFE, prodotto da THERYQ, che consente il trattamento FLASH di tumori fino a 3 cm di profondità. La pietra miliare posata oggi rappresenta un importante passo avanti. Con l'integrazione dell'innovativa tecnologia ad acceleratore lineare compatto sviluppata dal CERN, lo strumento FLASHDEEP prodotto da THERYQ utilizzerà fasci di elettroni ad altissima energia (VHEE) compresi tra 100 e 200 MeV, da 10 a 20 volte più potenti rispetto a quelli di FLASHKNiFE. Questa maggiore potenza consentirà di trattare con FLASH tutti i tipi di tumore fino a una profondità di 20 cm. CERN, dalla ricerca di base alle tecnologie di punta  Il CERN ha risposto alla sfida di produrre una dose elevata di elettroni ad altissima energia in meno di 100 millisecondi, necessaria per la radioterapia FLASH, progettando un acceleratore unico nel suo genere, basato sulla tecnologia CLIC (Compact Linear Collider). Il dispositivo accelererà gli elettroni in modo da trattare tumori fino a una profondità di 20 cm e sarà sufficientemente compatto da poter essere installato in un normale campus ospedaliero. La tecnologia VHEE FLASH presenta diversi vantaggi. Gli elettroni ad alta energia possono essere concentrati e orientati in una maniera quasi impossibile con i raggi X e i dispositivi di radioterapia basati sulla tecnologia ad acceleratore di elettroni del CERN saranno significativamente più compatti e meno costosi delle attuali strutture terapeutiche basate sui protoni. THERYQ, azienda leader nel settore dei dispositivi medici dedicati alla radioterapia FLASH THERYQ, spin-off di PMB-ALCEN, è un'azienda innovativa nel campo delle tecnologie mediche, specializzata nella progettazione e nella produzione di macchinari per radioterapia che incorporano acceleratori lineari. Dai primi studi del 2013 circa l'effetto FLASH sul primo paziente affetto da tumore della pelle trattato con successo nel 2019, THERYQ ha sostenuto lo sviluppo della terapia FLASH, in particolare attraverso una partnership di lunga data con il CHUV. L'azienda ha sviluppato FLASHKNiFE, indicato nella radioterapia FLASH esterna o intraoperatoria (10 MeV), per la terapia di tumori superficiali o poco profondi (fino a 3 cm). FLASHDEEP, progettato in collaborazione con il CHUV e il CERN e prodotto da THERYQ, sarà il primo dispositivo in grado di trattare qualsiasi tipo di tumore solido fino a 20 cm di profondità utilizzando la tecnologia VHEE FLASH. Questo dispositivo ha la potenzialità di espandere l'uso della radioterapia in oncologia e introdurre nuove terapie per pazienti affetti da cancro, nonché ridurre i costi del trattamento. Dopo aver consegnato la prima unità al CHUV, THERYQ includerà FLASHDEEP nella propria gamma di prodotti. Il prof. Philippe Eckert, direttore generale del CHUV, ha dichiarato: "In qualità di ospedale universitario, il CHUV si dedica pienamente alla ricerca. La terapia FLASH incarna lo spirito di innovazione che ci guida in questo campo. Desiderosi di offrire le tecniche più efficaci ai pazienti, abbiamo unito le forze con un centro di ricerca di eccellenza a livello mondiale e un partner industriale all'avanguardia per risolvere un problema medico, fisico e tecnico e trovare soluzioni innovative per la lotta al cancro". Il prof. Jean Bourhis, capo del Dipartimento di Radio Oncologia del CHUV, ha dichiarato: "La tecnologia FLASH rappresenta una vera speranza di aumentare il potenziale di cura dei tumori tramite radioterapia e l'attuale fase consentirà i primi sviluppi clinici cruciali in questo campo". Mike Lamont, direttore per gli Acceleratori e la Tecnologia del CERN, ha affermato: "Al CERN, parte della nostra missione è il trasferimento delle conoscenze e lavoriamo attivamente nel trovare applicazioni alle nostre scoperte al di fuori del dominio della fisica delle particelle, a beneficio della società intera. Questa collaborazione dimostra come le tecnologie e le competenze del CERN, unite a solide partnership con esperti di altri settori, possano davvero avere un impatto significativo". Walter Wuensch, responsabile progetti del CERN, ha dichiarato: "È stata sviluppata una struttura clinica FLASH, con la quale vengono trattati tumori profondi e di grandi dimensioni, utilizzando elettroni ad alta energia. Il progetto si basa su una tecnologia ad acceleratore sviluppata per CLIC (Compact Linear Collider) ed è finalizzato a creare una struttura compatta e a elevate prestazioni che può essere facilmente integrata in un comune campus ospedaliero".  Ludovic Le Meunier, CEO di THERYQ, ha rilasciato la seguente dichiarazione: "THERYQ è onorata di contribuire con la propria esperienza e agilità a questo progetto, a fianco del CHUV e del CERN. FLASHDEEP segna una rivoluzione terapeutica, con la potenzialità di aumentare significativamente il numero di pazienti che vivono più a lungo e senza cancro".  Il prof. Pierre-Marie Glauser, presidente della Fondazione ISREC, ha aggiunto: "La Fondazione ISREC è onorata di contribuire allo sviluppo della tecnologia FLASH e lo fa dal 2016. Questo progetto innovativo e interdisciplinare, che riunisce biologi, fisici e medici in stretta collaborazione tra loro, si adatta perfettamente agli obiettivi della Fondazione di sostenere la ricerca nell'ambito dell'oncologia traslazionale. Oggi siamo lieti di vedere la realizzazione di questo decisivo passo che porterà il programma FLASH a un nuovo livello di efficienza e implementazione".  Informazioni sul CHUV:il CHUV è uno dei cinque ospedali universitari svizzeri, assieme a quelli di Ginevra, Berna, Basilea e Zurigo. Persegue tre missioni fondamentali affidate dalle autorità pubbliche: assistenza, istruzione e ricerca. Nel 2021, grazie ai suoi 12.228 dipendenti, il CHUV ha accolto 51.205 pazienti ricoverati per oltre 500.374 giorni di degenza. Ha trattato 80.261 emergenze, fornito 1.451.300 visite ambulatoriali e visto 3.177 nascite. Il suo budget annuale è di 1.832 miliardi di franchi. Per garantire la formazione dei medici, il CHUV mantiene uno stretto legame con la Facoltà di Biologia e Medicina dell'Università di Losanna. Collabora inoltre con altre istituzioni universitarie della regione del Lago di Ginevra (EPFL, ISREC, Ludwig Institute, Università di Ginevra), con gli Ospedali Universitari di Ginevra e altri ospedali, strutture sanitarie o istituzioni, come la Federazione degli Ospedali del Vaud e la Società Vodese di Medicina. Dal 2019, il CHUV è stato annoverato tra i migliori ospedali del mondo dalla rivista Newsweek.chuv.ch
 Informazioni sul CERN:il CERN, l'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare, è uno dei laboratori più importanti al mondo per la fisica delle particelle. L'Organizzazione si trova al confine tra Francia e Svizzera, con sede centrale a Ginevra. I suoi Stati membri sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Israele, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito. Cipro, Estonia e Slovenia sono Stati membri associati in fase di preadesione. Croazia, India, Lettonia, Lituania, Pakistan, Turchia e Ucraina sono Stati membri associati. Il Giappone e gli Stati Uniti d'America hanno attualmente lo status di osservatori, così come l'Unione Europea e l'UNESCO. Lo status di osservatore della Federazione Russa e del JINR è sospeso in conformità alle risoluzioni del Consiglio del CERN dell'8 marzo 2022 e del 25 marzo 2022, rispettivamente.home.cern Informazioni su THERYQ:Situata nel sud della Francia e spin-off di PMB-ALCEN, THERYQ è un'azienda innovativa di tecnologia medica specializzata in acceleratori di particelle e sistemi di radioterapia. L'azienda padroneggia e fornisce competenze essenziali in materia di gestione dei progetti, ricerca e sviluppo, industrializzazione e produzione. THERYQ fa parte del ramo Healthcare di ALCEN. 
theryq-alcen.com ; pmb-alcen.com ; alcen.com
 Contatti media: Fatine Slaoui, Marketing & Communications Manager, THERYQ, fslaoui@theryq.com+ 33 6 30 49 62 13 Photo – https://mma.prnewswire.com/media/1955170/CHUV_and_CERN_and_THERYQ.jpgLogo – https://mma.prnewswire.com/media/1955169/CHUV_and_CERN_and_THERYQ_logo.jpg
       
View original content:https://www.prnewswire.com/news-releases/il-chuv-il-cern-e-theryq-uniscono-le-forze-per-dare-vita-a-uninedita-sinergia-nel-campo-della-radioterapia-contro-il-cancro-301687671.html
 

 —immediapress/chimica-farmaceuticawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Cirba Solutions Secures Additional Investment from Marubeni to Expand Circular EV Battery Materials Supply Chain

(Adnkronos) - Marubeni invests $50 million in Cirba Solutions to expand its superior battery materials operational footprint supporting a...

Forse ti può interessare anche