-5.2 C
Rome
mercoledì 1 Febbraio 2023

Covid Cina, variante Gryphon in Italia oggi non sfonda
C

La striscia

(Adnkronos) – La variante Gryphon in Italia non sfonda. La variante – che corrisponde al ricombinante XBB – è sotto i riflettori in questi giorni sulla scia dell’allarme per la situazione Covid in Cina. In Italia, secondo i dati, risulta stabile negli ultimi mesi. Al momento le sequenze depositate nell’arco delle ultime sei settimane sono pari al 2% del totale, un valore sostanzialmente senza variazioni rispetto al bollettino mensile sulle varianti di novembre, curato dall’Istituto superiore di sanità.  

“Si continua a monitorare – scrive l’Iss nel quadro che emerge dall’ultimo report pubblicato oggi. – anche la circolazione di XBB”, ricombinante dei sottolignaggi BA.2.10.1 e BA.2.75 ‘Centaurus’, e dei suoi discendenti. Questo mutante battezzato ‘Gryphon’ sui social è sotto i fari dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) da tempo. I primi campioni documentati nel mondo risalgono ad agosto 2022, e dovrebbe essere stata identificata inizialmente in India.  

“Questi ricombinanti – spiega l’Iss – sono considerati da diverse settimane varianti di interesse, per la presenza di mutazioni associabili a capacità di immunoevasione. Al momento le sequenze presenti nella piattaforma” nel periodo dal 14 novembre al 25 dicembre 2022 “sono pari al 2% del totale, un valore sostanzialmente stabile rispetto al bollettino di novembre”. Il bollettino mensile sulle varianti riporta una fotografia delle sequenze genomiche depositate settimanalmente dai laboratori regionali sulla piattaforma I-Co-Gen (Italian COVID-19 Genomic)-Iss.  

FLASH

Le ultime

MV Agusta annuncia l’uscita dal concordato preventivo

(Adnkronos) - MV Agusta annuncia la definitiva uscita dal concordato preventivo in continuità aziendale.  Il Tribunale di Varese con...

Forse ti può interessare anche