1 C
Rome
domenica 5 Febbraio 2023

Fukushima, l’acqua della centrale finirà in mare
F

La striscia

(Adnkronos) – Il Giappone ha reso noto che quest’anno rilascerà in mare più di un milione di tonnellate di acqua dalla centrale nucleare distrutta di Fukushima. Dopo il trattamento, i livelli della maggior parte delle particelle radioattive al momento dovrebbero soddisfare lo standard nazionale. Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), la decisione è sicura, ma i Paesi vicini hanno espresso preoccupazione.  

Il disastro di Fukushima del 2011 è stato il peggior incidente nucleare dai tempi di Chernobyl. La disattivazione della centrale è già iniziata ma potrebbe richiedere quattro decenni. “Prevediamo che la tempistica del rilascio dell’acqua avvenga durante questa primavera o estate”, ha detto il segretario capo di gabinetto Hirokazu Matsuno, aggiungendo che il governo attenderà, prima di iniziare a farlo, un “rapporto completo” dall’Aiea. 

Ogni giorno l’impianto produce 100 metri cubi di acqua contaminata, che è una miscela di acqua di falda, acqua di mare e acqua utilizzata per raffreddare i reattori. Il liquido viene quindi filtrato e conservato in serbatoi. Con oltre 1,3 milioni di metri cubi in loco, lo spazio per lo stoccaggio si sta esaurendo. L’acqua è filtrata per la maggior parte degli isotopi radioattivi, ma il livello di trizio è superiore allo standard nazionale, ha detto l’operatore Tepco. Gli esperti affermano che il trizio è molto difficile da rimuovere dall’acqua ed è dannoso per l’uomo solo a dosi elevate. 

FLASH

Le ultime

Catania, arcivescovo Renna a cittadini: ”Non abbiate paura come Sant’Agata”

(Adnkronos) - "A Catania abbiamo paura di un futuro che impoverisca la nostra città. Abbiamo paura di una politica...

Forse ti può interessare anche