-3.4 C
Rome
giovedì 2 Febbraio 2023

World Economic Forum, a Davos affari d’oro per le escort
W

La striscia

(Adnkronos) – Torna in presenza l’appuntamento con il World Economic Forum di Davos. E tornano puntualmente a fare affari d’oro le escort che convergono sulla rinomata località svizzera. Accompagnatrici e accompagnatori, perché ce n’è per tutti gli orientamenti sessuali, si preparano ad accogliere i facoltosi ‘attendees’, industriali, uomini di alta finanza, conferenzieri che parteciperanno all’appuntamento dell’economia globale.  

Già nel 2020 un’inchiesta del Times, in collaborazione con Channel 4, ha raccontato ‘Il lato oscuro del Forum di Davos’. Il titolo si riferisce ai due aspetti che i giornalisti delle due testate hanno riscontrato: “le lavoratrici del sesso esercitano il loro mestiere negli hotel dei delegati e nei bar della città, mentre il sessismo e le molestie sessuali sono all’ordine del giorno”.  

Sul secondo fronte, la stessa inchiesta riferisce che le donne d’affari presenti al meeting sono state più volte avvisate dagli organizzatori. Devono affrontare “regolarmente molestie” da parte di uomini facoltosi, con “comportamenti predatori così comuni” che l’invito è a non partecipare agli eventi da sole.  

Sul primo fronte, quello del sesso a pagamento, l’Adnkronos ha cercato riscontro online. Tra siti e agenzie specializzate, da megaescort.ch a eurogirlescort.it, l’offerta è enorme. Per aver certezza che la prenotazione richiesta abbia seguito, è consigliato prenotare almeno 4 ore. E quattro ore costano intorno a 1500 franchi (più o meno 1380 euro al cambio di oggi), mentre per una notte intera nel servono 2550 (poco meno di 2350 euro).  

Va ricordato che in Svizzera la prostituzione è legale e che le agenzie di escort, così come le libere professioniste e i liberi professionisti, lavorano esattamente come le altre aziende. Il problema, semmai, è la disponibilità per le date del Forum. Stando ai sondaggi fatti online, tutto esaurito, con prenotazioni chiuse per eccesso di richiesta. Chi dovesse scoraggiarsi ha comunque la soluzione a portata di mano. Basta allargare la ricerca a Zurigo o Ginevra e concordare le condizioni per la trasferta.  

FLASH

Le ultime

Un cervellone figlio dell’AI per terapie anticancro di precisione

(Adnkronos) - Si chiama Sphinks, sfinge. E' un cervellone figlio dell'intelligenza artificiale che 'parla un po' italiano'. Nel senso...

Forse ti può interessare anche