13.5 C
Los Angeles
lunedì, Maggio 20, 2024

Kharkiv ancora sotto attacco, forze Kiev controllano 60% di Vovchansk

(Adnkronos) - Le Forze Armate ucraine controllano...

Sindrome della ‘testa che scivola sul collo’, come riconoscerla e trattarla

(Adnkronos) - Nella mitologia greca, Atlante era...

Sla, per Aisla bilancio ok e passaggio in Aps

(Adnkronos) - L'Assemblea dei soci di Aisla...

Psicologo: “Chi si allena regolarmente è più felice”
P

La striscia

(Adnkronos) – Tornare alla routine quotidiana dopo un periodo di pausa, come le recenti vacanze invernali, o più in generale dopo un momento di fermo ‘esistenziale’, non è semplice. E se a livello fisico sentiamo che le energie non ci hanno abbandonato, è a livello psicologico che ci troviamo spesso ad affrontare estenuanti battaglie contro un nemico in agguato contro il nostro desiderio di benessere: noi stessi! È sul piano psicologico, infatti, che si combattono conflitti interiori capaci di annullare i buoni propositi e di dedicarci con costanza ad un programma di allenamento. Il primo pensiero per tacitare i dubbi è che lo sport può aiutare ad affrontare lo stress non solo della ripresa del lavoro ma in tutti gli ambiti della nostra quotidianità. Virgin Active, azienda leader nel settore con 40 club in tutta Italia, parla da anni dei benefici fisici e mentali che entrano nella nostra vita quando decidiamo di riprendere (o iniziare) ad allenarci, e conosce bene i temi che ostacolano la costanza all’allenamento. Per questo motivo ha chiesto allo psicologo Luca Mazzucchelli, un punto di vista scientifico, non solo sul perché è importante tornare ad allenarsi ma anche sul come, e qualche escamotage per dribblare le difese psicologiche più tenaci. “Le ricerche scientifiche ci mostrano che le persone che si allenano regolarmente sono più felici, soddisfatte e ottimiste; gli stress quotidiani hanno un impatto meno rilevante su di loro. Hanno un “senso di scopo” più forte, si sentono più connesse con gli altri e sperimentano più gratitudine, speranza e coraggio”, spiega Luca Mazzucchelli.  "Un attraente punto di partenza per chi cerca motivazioni più forti all’allenamento, che lo psicologo rafforza sottolineando che “Tutte le attività umane, anche le più banali, hanno bisogno di movimento per essere compiute. Per questo motivo la nostra neurochimica cerebrale è costruita in modo tale da premiarci quando ci muoviamo: muoviamoci e il nostro cervello produrrà quei neurotrasmettitori necessari a donarci gli effetti positivi di cui abbiamo bisogno per sostenere i nostri sforzi”. "Come più volte confermato dai trainer di Virgin Active, sono molti i benefici dell’allenamento costante, come influenzare positivamente la nostra salute fisica ma anche psichica, complice tra l’altro l’aumento di endorfine, che hanno effetti così benefici su corpo e psiche da essere paragonati a un ‘doping’ naturale", si legge in una nota. In particolare, Mazzucchelli spiega che “Le ricerche dimostrano che allenarsi regolarmente aiuta a ridurre stati ansiosi e depressivi, migliora la qualità del sonno e aumenta i nostri livelli di autocontrollo e forza di volontà, come per altre ‘sfide’ della vita, quali come smettere di fumare ed evitare cibi spazzatura”. La perfetta sinergia fra quanto illustrato dallo psicologo e l’attività fisica in grado di rafforzare o accelerare questo processo è un allenamento funzionale, come Punch, che unisce tecniche di boxe al sacco a esercizi di interval training. Squat e jump sollecitano e definiscono gambe e glutei, i movimenti intensi delle braccia aiutano a snellire e tonificare tutta la parte superiore. Lo scambio di fasi veloci e lente con movimenti sempre diversi, stimolano i muscoli e favoriscono il benessere generale. Punch è un allenamento sempre più amato anche dalle donne che ne apprezzano oltretutto la capacità di accrescere la sicurezza in sé e nelle proprie forze.  E, ovviamente, in gruppo la motivazione cresce e i risultati raddoppiano. Proprio sulla motivazione, scoglio importante da superare come sa bene chiunque si avvicini ad un programma di allenamento, Mazzucchelli sottolinea quanto l’allenamento in gruppo abbia una marcia in più rispetto a quello individuale. “L’ambiente (fisico e sociale) in cui siamo inseriti è un fattore potente per spingerci ad attuare determinati comportamenti: frequentare una palestra in cui tutto intorno a noi invita a muovere il nostro corpo e le persone che ci circondano si stanno allenando, avrà l’effetto di sostenere la nostra motivazione all’attività fisica, rispetto ad allenarci ad esempio a casa da soli”. E prosegue: “Anche l’aspetto legato alla socializzazione, il fatto di far parte di un contesto di gruppo, o di una squadra, rende l’allenamento più divertente, stimolante e motivante”. Gli allenamenti più efficaci in tal senso sono diversi, ma quelli che risultano più seguiti, tanto da aver creato vere e proprie community di persone che seguono i corsi con costanza, sono anche quelli definiti più divertenti, pur se intensi e in grado di sviluppare forza e balance, come i corsi di Cycling per esempio Cycle Spirit, un allenamento total body in cui si allenano arti superiori e inferiori, con un importante condizionamento metabolico. È un workourt correlato alla passione musicale, che solleva lo spirito, trasforma il corpo e libera la mente. O ancora, Barre+ e Dance+, format esclusivi di Virgin Active, allenamenti adatti a tutti e ispirati alla danza o agli esercizi alla sbarra e contaminati da functional workout per migliorare tono muscolare, resistenza, coordinazione ed equilibrio. Veri antidoti alla noia, vengono eseguiti con l’accompagnamento di musiche coinvolgenti. Per non parlare di tutti i corsi di allenamento che si possono fare in piscina. Luca Mazzucchelli sottolinea un altro aspetto interessante e poco conosciuto dell’allenarsi in gruppo, che riguarda gli effetti positivi della sincronia. E sentimenti ancora più intensi del buon umore: la gioia. “Il nostro cervello è cablato per sincronizzarsi con i movimenti di altri esseri umani: la sincronia dei movimenti rimanda infatti ad attività di connessione e cooperazione con gli altri, da sempre necessarie per assicurare la sopravvivenza della nostra specie. Per questo motivo, se ci muoviamo all’unisono con altre persone, proprio come avviene nei corsi di gruppo, il nostro cervello ci premierà con una sensazione di intensa gioia che i neuroscienziati hanno definito effervescenza collettiva”. —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

FLASH

Le ultime

Sla, per Aisla bilancio ok e passaggio in Aps

(Adnkronos) - L'Assemblea dei soci di Aisla – Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica – nel fine settimana ha approvato...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella tua casella di posta.